18 dicembre 2010

Mistica e dintorni: Maria Simma e le anime del Purgatorio (parte 3^)

Secondo Maria Simma ‘il Purgatorio si trova in parecchi luoghi, le anime non si presentano mai ‘fuori’ dal purgatorio, ma ‘con’ il loro purgatorio’. In Purgatorio c’è un’immensa folla di anime, è un continuo andirivieni. Ella vide un giorno un gran numero di anime sconosciute. Quelle che avevano peccato contro la fede portavano sul cuore una fiamma scura, altre che avevano peccato contro la purezza una fiamma rossa. Poi ella vide le anime in gruppo: preti, religiosi, religiose; vide cattolici, protestanti, pagani. Le anime dei cattolici soffrono più di quelle dei protestanti. I pagani hanno un purgatorio ancora più dolce, ma essi ricevono meno soccorsi, e la loro pena dura più a lungo.

Ella vide pure molti religiosi condannati al purgatorio per la loro tiepidezza di fede e la loro mancanza di carità. Bambini di soli sei anni possono essere costretti a soffrire abbastanza a lungo in purgatorio.
Le fu rivelata la meravigliosa armonia che esiste tra l’Amore e la Giustizia Divina. Ogni anima è punita secondo la natura delle sue colpe e il grado di attaccamento ai peccati commessi. L’intensità delle sofferenze non è la stessa per ogni anima. La durata delle pene è molto varia. Ci sono anime che debbono soffrire terribilmente fino alla fine del Giudizio Universale. Altre hanno solo mezz’ora di sofferenza da sopportare…
Il demonio può torturare le anime del Purgatorio, soprattutto quelle che sono state causa di dannazione di altre.
Le anime del Purgatorio soffrono con una pazienza ammirevole e lodano la Misericordia Divina, grazie alla quale sono scampate all’inferno.

Come possiamo venire in aiuto alle anime del Purgatorio, secondo quanto detto da Maria Simma?

Soprattutto con le Messe in loro suffragio, con delle sofferenze espiatorie fisiche e morali offerte per loro, con la recita del Rosario e le altre preghiere, con la Via Crucis, le indulgenze, le elemosine e le buone opere, accendere delle candele sulle loro tombe o davanti alle loro foto, benedicendo con acqua benedetta.

Maria Simma ha spiegato quali sono i peccati più severamente puniti in Purgatorio:
quelli contro la carità: la durezza di cuore, la maldicenza, la calunnia, il rancore; le querele provocate dalla cupidigia e l’invidia.
E ha specificato più volte qual è la strada più sicura per arrivare in Paradiso: quella di vivere in concreto e a fondo il comandamento dell’amore verso il prossimo (non disgiunto ovviamente dall’amore verso Dio).Non per niente nel Vangelo ci sta scritto che ‘la Carità copre una moltitudine di peccati’.

Una volta le fu chiesto se aveva paura della morte, e la risposta con un sorriso fu: ‘Ci mancherebbe altro che avessi paura della morte, non se ne parla neanche! E’ chiaro che la paura è legata all’ignoto, ma se si vive a costante contatto con una realtà, questa perde quell’alone spaventoso che appunto le deriva dal fatto di non conoscere’ ‘Non ho difficoltà ad ammettere che se dipendesse da me avrei lasciato già da tempo questa terra. Non perché non mi piaccia questa vita: tutt’altro, io ringrazio sempre il Signore per ogni giorno che ancora mi regala su questa terra. Il fatto è che so bene quanto l’altra, cioè quella eterna, sia migliore. So altrettanto bene però che non sta a me decidere, bensì a Colui che è il Signore della vita e della morte’

Le fu chiesto quale messaggio si sentiva di trasmettere a coloro che non credono alla vita eterna. Rispose:

" Prego tutti costoro di non aspettare l’ultimo istante della loro vita per rendersi conto della Verità. Facciano uno sforzo, soltanto per un istante, dimenticando la loro mancanza di fede. Chiedano a Maria Santissima e vedranno che il dono della Fede arriverà. Non possono nemmeno immaginare quanto tutto acquisterà un senso, quanto la loro vita triste e coperta di tenebre verrà illuminata".

_______________________________________________________________________

Nello scrivere questo post ho usato le interviste a Maria Simma riportate nei seguenti libri:

1) Marino Parodi – Il testamento di Maria Simma – Edizioni Segno

2) Nicky Eltz – ‘Fateci uscire da qui!’ – Edizioni Segno

3) Maria Simma e le anime del Purgatorio – Edizioni Segno


(continua con la 4^ parte)    (Continua a leggere altri post facendo invece click qui)

Nessun commento:

Posta un commento