21 aprile 2012

Blogosfera e Religione

Oggi ho letto da qualche parte che il numero dei Blog in Italia sarebbe molto alto. Ciò mi ha sorpreso un po', pensavo infatti che non fossero tantissimi quelli che si sobbarcano la fatica di tenere in vita un Blog.

Ho cercato quali sono  i  più visitati  e  ho trovato  un sito  con la classifica dei primi 500. Ho voluto fare una ricerca tra essi per vedere in che posizione si collocavano quelli a carattere ‘religioso’: il risultato è stato un po' sconfortante!
 

Sono dovuto arrivare infatti alla 185^ posizione per trovare il primo: Settimo Cielo (almeno di non essermi sbagliato! se qualcuno ha la pazienza di fare una ricerca e il conteggio, scoprendo magari qualche altro sito in una posizione migliore mi farà cosa gradita se me lo  farà sapere…).
Invece un  blog ateo dell'' Unione atei agnostici razionalisti, UAAR ultimissime, è in 33^ posizione...

Questo dato mi ha portato a riflettere un po’…

Infatti ho pensato: ‘ma come, la Religione dovrebbe essere l’argomento più importante per ognuno di noi e invece le persone  in maggioranza si interessano d’altro fuorché di quello?’…

Forse il fenomeno ha due cause:

1° ‘la secolarizzazione’:   l’abbandono della religione è in aumento e non riscuote ormai molto interesse, diminuiscono quelli che credono

2°  ‘Blog non attraenti’: quelli che trattano di religione sono forse  un poco insipidi perché mancano di coraggio o la presentano con un linguaggio, come potremmo dire… troppo annacquato, oppure troppo specialistico?

Un’altra spiegazione  un po’ ironica e goliardica, me l'ha fornita oggi uno studente, che testualmente mi ha detto: ‘ma Prof, perché si meraviglia per il fatto di aver  pochi lettori e per il fatto che i Blog religiosi hanno poco successo? Ormai quelli che credono e che frequentano le chiese  sono solo le vecchiette… che non sanno certo navigare su Internet! Provi a fare un post , che ne so, tipo  ‘sulle prostitute in Italia’, e vedrà quanti lettori in più avrà!’

Pensandoci un po’, nella battuta c’è  del vero: sembra che la Fede in Dio stia diventando cosa per vecchi, la maggior parte dei giovani infatti non crede e anzi è presa da ‘astio’ verso la Chiesa e le cose di cui si interessa sono soprattutto musica, sport, divertimento e sesso. E visto che la stragrande parte dei ‘navigatori’ sono giovani, viene da sé il fatto che i Blog religiosi sono poco frequentati…

Però ad onor del vero non si può dire che nei Forum in cui alle volte si parla della Chiesa, di Dio o di Religione i giovani non intervengano: lo fanno, ma molto spesso per manifestare il loro disprezzo infarcito di luoghi comuni spaventosi! Basta fare una ricerca con Google digitando alcuni argomenti trattati nei Forum per rendersene conto. Quindi i giovani non sono del tutto indifferenti al fenomeno religioso: forse gli interessa molto, ma in negativo (e così allora si spiega anche la 33^ posizione del blog ateo)!

E' ormai noto che le statistiche che parlano di salute mentale  dicono che chi è religioso ha una probabilità più bassa di ammalarsi di depressione e di essere infelice rispetto a chi non crede. E quindi mi fa pena vedere questi giovani in balia delle traversie della vita e però soli, senza il porto sicuro nelle nebbie che è Dio, che cercano e non trovano, e che tentano di stordire il senso di vuoto interiore con la musica o le distrazioni… probabili future vittime dell’infelicità e dell’angoscia esistenziale.

Ma anche gli adulti ormai non sono da meno. Anzi forse sono proprio loro i maggiori responsabili di questa situazione di sfascio: la famiglia (quando c’è…)  non trasmette più come un tempo i valori religiosi perché per primi sono i genitori che non hanno Fede..

E perciò nella nostra società la depressione, l’infelicità, l’inquietudine aumentano:  e come meravigliarsene visto  che la Fede in Dio, l'unica a mio avviso che può sostenere in mezzo alle difficoltà e dare un vero senso alla vita, è in caduta libera?

Nessun commento:

Posta un commento