18 maggio 2012

Il Sole gira attorno alla Terra o la Terra intorno al Sole?

Per secoli il sistema tolemaico, in cui la terra veniva considerata al centro dell’Universo mentre il Sole e gli altri pianeti ruotavano attorno ad essa, è stato quello più accettato per descrivere la meccanica celeste. Bisognò attendere la rivoluzione del sistema copernicano per avere una visuale diversa. Il merito di quest’altro modo di vedere fu  quello di disilludere sulla posizione privilegiata della nostra Terra, ma nel descrivere i moti degli astri nessuno dei due sistemi si sbagliava.
Infatti in Fisica il moto ha senso solo se lo si riferisce ad un sistema di riferimento. Per cui si può egualmente dire che il Sole e i pianeti si muovono rispetto alla Terra (considerata come sistema di riferimento) e anche che la Terra e gli altri pianeti si muovono rispetto al Sole (riferendo il moto a quest’ultimo).
Che la velocità sia una grandezza relativa è abbastanza facile da comprendere, infatti ad esempio la nostra velocità rispetto alla terra, quando siamo seduti in casa, è zero, ma nel contempo ci muoviamo con velocità diversa da zero rispetto al Sole, e con un valore abbastanza elevato, in quanto siamo trascinati dal moto della Terra che gira attorno al proprio asse e intorno alla nostra stella.
Quindi:  la velocità di un oggetto dipende dal sistema di riferimento rispetto a cui la misuriamo.

Un po’ più difficile è rendersi conto del fatto che anche la traiettoria di un corpo è una grandezza relativa. Ad esempio se un bambino è davanti al finestrino di un treno che si muove con velocità costante e lascia cadere una pallina, per lui la traiettoria della pallina è un segmento perpendicolare al pavimento del treno, mentre un bambino fermo nel marciapiede della stazione, in cui passa il treno con quella velocità, vede la stessa traiettoria come un arco di parabola in quanto la pallina mentre cade perpendicolarmente per gravità si sposta anche orizzontalmente perchè trascinata dal treno. E anche noi stessi se siamo fermi rispetto alla terra possediamo una traiettoria che è un punto (quello in cui ci troviamo),  invece vista dal Sole essa è una curva complicata, a causa della rotazione e contemporanea rivoluzione della Terra con cui siamo solidali.

Un motivo che fa ritenere più utile l’utilizzo del sistema eliocentrico (copernicano) rispetto a quello geocentrico (tolemaico) è il fatto che le orbite dei pianeti rispetto al primo sistema sono delle traiettorie simili a circonferenze, ellissi di piccola eccentricità, mentre nel secondo sono delle curve più complicate. Quindi per una questione di chiarezza e semplicità il primo sistema è senz'altro preferibile al secondo, anche se, bisogna sottolinearlo, il secondo, quello tolemaico, non è sbagliato!
Allora si può ugualmente affermare che anche il Sole e i pianeti si muovono rispetto alla Terra.

Ecco  quindi perchè le polemiche verso la Bibbia che sono state fatte nel corso dei secoli erano forse un po’ esagerate: quando da qualche parte in essa si dice  ‘fermati Sole’ (1) - e si suppone quindi che il Sole si muova rispetto alla Terra - molti dicono: ‘Vedete? La Bibbia sbaglia!”. E invece non è così!
E' giusto infatti sostenere che la Terra si muove rispetto al Sole, ma  non è neanche errato  dire che il Sole si muove rispetto alla Terra (2) e questo semplicemente perchè il moto è relativo.
__________________________________________________________________________

Note

(1) Giosuè 10:12 - Allora Giosuè parlò al Signore, il giorno che il Signore diede gli Amorei in mano ai figli d'Israele, e disse in presenza d'Israele: «Sole, fermati su Gabaon, e tu, Luna, sulla valle d'Aialon!».

(2) D'altronde basta semplicemente guardare il sorgere e il tramontare del nostro sole o il suo peregrinare  nel cielo durante il giorno, per rendersene conto.

12 commenti:

  1. non so se c'entra ma a me questo post mi fa ricordare una frase di nicola cusano:


    "L'universo e' un cerchio il cui centro e' ovunque e la circonferenza da nessuna parte"

    RispondiElimina
  2. Non è probabile che sia le Terra che il Sole si muovano intorno al centro della Galassia, o a qualche altro punto di attrazione gravitazionale?

    E, comunque, non conosco la fisica, ma mi sembra di poter intuire che tutti i punti dell'Universo siano in qualche modo interconnessi e attraversati da impulsi ed energie tuttora a noi sconosciuti. O no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che probabile è certo che il sistema solare si muove rispetto al centro della nostra Galassia (dove pare ci sia un buco nero) e che quest’ultima si muove rispetto alle altre galassie. Ed è anche vero che tutti i corpi dell’Universo sono connessi tramite forze e si influenzano quindi reciprocamente. Ed è probabile che i diversi punti dell’Universo siano connessi da campi ancora sconosciuti: si tratta dell'esistenza della ‘materia oscura’ e della ‘energia oscura’ le cui nature ci sono ancora ignote (la prima viene ipotizzata per spiegare la stabilità delle galassie e la seconda per rendere conto dell'accelerazione nell'espansione dell'Universo).

      Elimina
  3. molto interessante! Ci sono mondi innumerevoli e loro innumerevoli interazioni, tutte da scoprire. Questo è da capogiro e ci dà la misura di tutta la nostra 'piccolezza'; ma la nostra 'grandezza' sta nell'essere ordinati ad una Relazione viva personale col Signore della Vita e del Creato, che può aprirci ad una Conoscenza nel senso biblico del termine... Il che non esclude la fatica della ricerca, della sperimentazione -sapendosi anche dare dei limiti che sono scritti nella legge naturale, per chi la riconosce- e tutto il lavoro di scienziati dei quali ho grande stima.

    Ovviamente parlando dei limiti, mi riferisco anche a tutti gli aspetti della bioetica. Ma non voglio debordare. E' una parentesi, che comunque si incastra nella qualificazione della ricerca che può avere due spinte diverse, che ne condizionano le applicazioni:
    . la hybris prometeica senza limiti, appunto
    . la sana avventurosa investigazione, che apre le porte ad ventura, le cose che devono (e possono) avvenire...

    RispondiElimina
  4. Lo sa professore che c´é gente che sostiene ancora il geocentrismo. Li ho trovati per caso nella web. Dicono che é indimostrabile il movimento terrestre, che tutte le prove si possono spiegare con la presenza del étere é di un sistema solare come quello di Tycho Brahe dove i pianeti girano intorno al sole ed il sole con i pianeti girano intorno alla terra una vlta ogni 24 ore. Veramente si diffendono abbastanza bene nelle discuccione con gliscientifici che gli diconodi tutto. Quel che ho imparato da loro é che la scienza serve solo a risolvere problemi pratici della vita, non ha spiegare l`universo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, non esageriamo. Che l'etere non esiste è stato già dimostrato a fine ottocento e Einstein prese spunto da ciò per la sua teoria della relatività. Non conosco il sito a cui lei fa riferimento, se mi comunicherà il link le saprò dire qualcosa di più, le premesse però non sono molto credibili.. Lei è un po' troppo pessimista nei confronti della scienza...

      Elimina
    2. www.galileowaswrong.blogspot.com

      "Lei è un po' troppo pessimista nei confronti della scienza..."

      Forse, ma mi pare che la scienza vuole uccidere sua madre, la ragione.

      Elimina
    3. rocco e il cane29 aprile 2013 18:10

      credo che il sito proposto prenda spunto da
      http://digilander.libero.it/crombette/

      Elimina
  5. Che razza di testone che sei Bias.. la maggior parte degli studi di elettromagnetismo condotti a fine 800 hanno avuto un ulteriore spinta dalla dimostrazione dell'inesistenza dell'etere.
    Perché non cominci a studiare un po' di fisica invece di ascoltare un branco di mentecatti mistificatori?
    Parli di impulsi? Ma lo sai cos'è davvero un impulso?
    Mi sembra che in questo post si sia trattato un argomento piuttosto complicato in maniera semplicistica, facendo si che potesse essere davvero alla portata di tutti.
    Se vuoi parlare di goldrake dai circuiti di mille valvole termoioniche se libero di farlo, nel post dei tuoi amici però, quelli che di scientifico hanno ben poco.

    Concludo ricordando a tutti che ci sono state misurazioni dirette ed estremamente accurate dell'orbita terrestre:
    attorno a cosa?
    beh è relativo naturalmente..

    RispondiElimina
  6. Anonimo, non vedo dove abbia io parlato di impulsi. Secondo quel che ho letto, l´ultima opinione di Einstein sull´etere é che esiste ma la sua esistenza sia trascurabile perció credo che tutte quelle dimostrazioni della sua inesistenza siano opinabili.

    Come tu dici "é relativo naturalmente.."

    RispondiElimina
  7. IL moto della terra non dipende dal punto di osservazione. Il suo moto è indipendente dal punto di osservazione mentre i moti apparenti sono infiniti come i punti di osservazione. La Chiesa ha fatto un grande errore a processare Galileo; fa ancora fatica ad ammetterlo, recentemente a parlato di reciproche incomprensioni. Riteneva che l'antico testamento fosse di ispirazione Divina e quindi senza errori. Io non credo che nell'Antico Testamento ci sia la volontà Divina .. nei Vangeli però tira tutta un'altra ''Aria''. Cordiali saluti . G.M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che posso dirle? Anche le opinioni sono spesso apparenti e dipendono da chi le esprime, e le sue non fanno eccezione... è convinto così, va bene pure, purchè non faccia lo stesso errore che lei imputa alla Chiesa, cioè di assolutizzare la 'sua' opinione.. Cordiali saluti.

      Elimina