28 agosto 2013

Chiesa e Massoneria

Ho appena finito di leggere un libro, ‘Vaticano  Massone’ (1), e oltre ad aver capito il perché l’appartenenza alla Chiesa cattolica e alla Massoneria sono assolutamente incompatibili, nonostante alcuni pareri contrari - ma io mi rifaccio ai numerosissimi documenti papali di condanna, e per me sono quelli che contano (2) - ho anche avuto la conferma su un fatto di cui avevo sentito parlare e che cioè molti credenti cattolici, alcuni appartenenti al clero, addirittura forse anche vescovi e cardinali, ne farebbero o ne avrebbero fatto parte. Impressionanti ho trovato anche le allusioni sulle supposte contiguità, o per lo meno simpatie, che ci sarebbero state tra  essa e i defunti Pontefici Giovanni XXIII e Paolo VI.


Delle due l’una: o la Massoneria non è così ‘cattiva’ come la si dipinge, ma allora dovremmo buttare al mare i documenti di numerosi Pontefici, tra cui Leone XIII, che inequivocabilmente l’hanno condannata comminando la scomunica ai cattolici che vi aderiscono, oppure veramente ‘il fumo di Satana’, per usare un’espressione della stesso Paolo VI, che ormai è diventato una fitta nebbia, è abbondantemente entrato nelle mura del Vaticano.

Un’altra vicenda legata alla questione nel libro viene trattata abbondantemente, ed è quella della Banca vaticana, lo Ior, il famigerato ‘Istituto per le Opere della Religione’ che tanto fa e ha fatto parlare di se negli anni passati, per le oscure vicende legate a Marcinkus, Sindona e Calvi. A dire il vero quando leggevo notizie dello Ior sui giornali pensavo che fossero per la maggior parte calunnie o cattiva interpretazione dei fatti per gettare discredito sul Vaticano e così per riflesso anche sulla Chiesa cattolica. Ma se sono vere le vicende raccontate dettagliatamente nel libro debbo dire che purtroppo, se l’infiltrazione massonica rappresenta il ‘fumo’, quella dello Ior rappresenterebbe un ‘bubbone’. Infatti come può mai essere che una banca che dovrebbe sostenere ‘le opere di Religione’ si sia prestata a riciclaggi di denaro sporco e ad azioni di finanza speculativa e spericolata, tante volte condannate a parole dalla stessa Chiesa?

Ma un’ulteriore vicenda esisterebbe all’interno delle ‘mura’, e di cui il libro non parla molto, ma che è venuta alla ribalta negli ultimi tempi, ed è quella dell’esistenza di una supposta ‘lobby gay’ di cui farebbero parte molti prelati. Ma di questa ‘lobby’ per adesso non parlo per il semplice motivo che su di essa non ho molte informazioni.

Orbene se tutti questi fatti sono veri ci si può rendere conto di quale situazione di degrado ormai sia permeata la sede del Vicario di Cristo…
Tuttavia non voglio fare il moralista, infatti come in tutti i consessi umani  anche nella Chiesa sono presenti le tre ‘S’: ricerca del ‘Successo’, con l’appartenenza alla Massoneria in cui si può fare conoscenza di persone importanti e così fare carriera anche senza meriti, bramosia dei ‘Soldi’, con la questione dello Ior e le vicende ad esso collegate, pratica del ‘Sesso’ con l’appartenenza alla lobby su menzionata, o con lo scandalo dei preti pedofili o comunque con una parte del clero tutt’altro che esempio di preclare virtù… Ma io ritengo che al di là di quello che appare, le cose negative fanno sempre rumore, la maggior parte del corpo della Chiesa sia sano, anche se non sembra. D’altronde, è stato detto più volte, gli uomini di Chiesa sono appunto uomini e quindi peccatori. Quello che è importante è il nucleo spirituale nella Chiesa cattolica che nessuno scandalo può scalfire ed è quello creato Gesù Cristo stesso e vivificato e ispirato dallo Spirito Santo nel corso dei secoli. Anche se il peccato ha albergato nelle mura del Vaticano tanto da coinvolgere nel corso della storia anche dei Papi, però il contenuto dottrinale, almeno finora, non è stato mai demolito o contraddetto, anzi man mano arricchito. E questo perché la Chiesa, come io credo, è  guidata da Cristo per cui le porte degli inferi ‘non praevalebunt’, non prevarranno, come Lui stesso ha promesso (3).

Ma in effetti questo tipo di Chiesa rappresenta uno scandalo agli occhi dei non credenti e ciò contribuisce a non favorire le conversioni... però mi sento di dire a quelli che si scandalizzano e in qualche modo trovano in ciò una scusa per non convertirsi, ‘cosa vi importa in definitiva se molti nel clero sono peccatori?’ Ognuno guardi se stesso, troverà spesso numerosi motivi di condotta non proprio corretta… lo stesso Maestro nel perdonare l’adultera, e mostrando così la parte più bella della Divinità, e cioè l’infinita Misericordia, disse ‘chi non ha peccato scagli la prima pietra’ (4). Anche San Francesco diceva che volentieri baciava le mani di preti che sapeva peccatori perché quelle mani erano consacrate e toccavano il corpo di Cristo.
Parliamoci chiaro, ognuno deve pensare ‘in primis’ a salvare la propria anima… e poi anche quella degli altri. E’ da stupidi dire: ‘visto che tu pecchi e vai all’Inferno, allora pecco anch’io e così all’Inferno ci andiamo assieme’, non credete?
_____________________________________________________________________


Note

(1) - Galeazzi e Pinotti – Vaticano Massone – Ed Piemme 2013

(2) - essenzialmente la condanna dell'appartenenza alla Massoneria è basata sul fatto che essa promuove indifferentismo religioso ('tutte le religioni sono egualmente valide e così pure l'ateismo') e il relativismo (anche morale). Inoltre l'aiuto principalmente dovuto ai fratelli massoni da parte di un affiliato mal si concilia con il dettato di amore verso tutto il prossimo e la giustizia. E ancora  il percorso segreto che l'aderente deve fare per acquisire una specie di conoscenza 'superiore' indica che il fondamento di base filosofico della massoneria è lo 'gnosticismo' ('la rivelazione riservata solo ad alcuni') che è del tutto incompatile con il Cristianesimo che è 'rivelazione per tutti' e alla luce del sole, portata nel mondo da Gesù Cristo, che per gli gnostici è 'solo un maestro' ma per i cristiani il 'vero e unico Figlio di Dio'. Ma il discorso potrebbe essere ampliato perchè alcune 'confessioni' massoniche più o meno apertamente ammettono di essere basate su una specie di culto verso Lucifero e attaccano di frequente la Chiesa cattolica tramite i mass media, propalando notizie false o ingigandendo e deformando quelle vere.

(3) - Giovanni 8, 1-11. Tutto ciò anche se a quanto pare emergere dalle profezie che la Chiesa degli Ultimi Tempi vedrà sconvolgimenti anche dottrinali provocati dal Falso Profeta e dall'Anticristo e ci sarà l'Abominio della Desolazione nel Luogo Santo, così come predetto dal profeta Daniele. Ma questo periodo, in cui l'Inferno sembrerà averla vinta, avrà breve durata perchè Gesù  alla fine interverrà direttamente per porre fine all'Apostasia e all'Abominazione, come pare dicano San Paolo nelle sue lettere,  San Giovanni Apostolo  nell'Apocalisse e lo stesso Daniele.

(4) - Matteo 16, 17-19

4 commenti:

  1. Il Concilio Vaticano II° fu inficiato dalla presenza di Cardinali massoni che alterarono i temi e le determinazioni conciliari , soprattutto facendo entrare il concetto di ecumenismo . Essi propagarono l’ansia di unità (ut unum sint) a tutti i costi. Questo è prodromo a quell’unità di fedi diverse che vorrà istaurare la massoneria nella chiesa di Roma per snaturarla, e creare una nuova CHIESA UNIVERSALE, annettendola al Nuovo ordine mondiale, dando all’anticristo veniente potere temporale e spirituale . L’ecumenismo parla dell’unità dei cristiani non della unità dei credenti, ma ormai i cardinali massoni (Kasper in testa)per i loro scopi ne hanno snaturato anche il significato. Come può una fede cattolica unirsi ai Mussulmani che vedono coloro che credono nel politeismo come nemico da abbattere fisicamente ? Noi cattolici che crediamo nella Trinità siamo tra questi . Siamo MUSHRIK ! Maometto dice: “converti il mondo all’Islam, e a chiunque non abbracci l’Islam, sia tagliata la testa. Uccidi il mushrik!” (jiad islamica). Quando molti negano il complotto e negano questa preparazione della massoneria nei secoli, sono ignoranti della storia e non si tengono aggiornati riguardo ai tanti segnali che hanno dato nel tempo i fuori-usciti pentiti della Massoneria . Cosa avvenne ? Che la chiesa cattolica fu la chiesa da cui si staccarono tutti gli eretici (protestanti , evangelici, anglicani, luterani, calvinisti) provocando scismi che provocarono diversi vulnus nella Chiesa di Roma . Prendiamo ad esempio gli Anglicani . Essi si staccarono da Roma perché Enrico VIII° già marito di Caterina d’Aragona, si invaghì di Anna Bolena e volle unirsi a lei in matrimonio, in vivenza della moglie, da cui si divise (non per vizi di nullità) , avendo avuto da lei prole e continuità dinastica. Clemente VII° e Paolo III° , i Papi di allora, FECERO QUELLO CHE CRISTO AVREBBE FATTO SE SI FOSSE TROVATO NEL LORO FRANGENTE: LA SCOMUNICA PER ERESIA . Già Re Enrico aveva avuto annullato dalla chiesa un precedente matrimonio , ma questa volta non v’erano i motivi per un ulteriore annullamento . L’indissolubilità del matrimonio non è un gioco né un capriccio di un Papa , ma una legge eterna di Dio a cui anche un Re si deve attenere (NON SEPARI L’UOMO CIO’ CHE DIO HA UNITO). Enrico VIII° si mise contro Dio e provocò un grave scisma in Inghilterra, costringendo tutta la nazione a separarsi dalla chiesa MADRE, voluta e creata da Cristo . Vi rendete conto che parlare di ecumenismo non ha senso , perché la Chiesa Cattolica non può, per l’unità a tutti i costi, calpestare le eterne leggi di Dio ?!? Pertanto la chiesa deve avere quell’ atteggiamento del Padre amorevole che attende il ritorno del figliol prodigo a braccia aperte, ma senza condizioni . Quindi l’ecumenismo vale per i fratelli separati ma non per i cattolici (che sono nel giusto). Lo stesso vale per tutti gli altri protestanti . Se guardiamo i miracoli eucaristici fatti da nostro Signore in tutto il mondo, che questo sito mette in risalto, e consideriamo che i protestanti credono ad un’eucarestia svuotata da Cristo, ma solo come MEMORIALE dell’ultima cena , già ci accorgiamo del LORO ENORME ERRORE . Se poi guardiamo a tanti mistici che hanno vissuto solo di EUCARISTIA (Anna Caterina Emmerich) non ci capacitiamo di come ci siano stati tanti arroganti , presuntuosi e superbi che si siano rivolti contro Cristo e la sua chiesa e abbiano convinto altri a seguirli nel loro errore, determinando scismi e divisioni . Certamente il diavolo ne sa qualcosa … Pertanto parlare di Ecumenismo in casa dei cattolici è un falso problema , un problema di qualcun altro, non nostro . I ribelli per antonomasia sono i demoni , ma sono anche coloro che hanno diviso ciò che Dio ha unito: la sua chiesa , la sposa dallo sposo (Cristo) . Guai a chi provoca scandali e divisioni, dice il Signore , sarebbe meglio per lui che si gettasse in mare con una macina di mulino al collo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...Con chi facciamo ecumenismo ? Con gli ebrei che attendono ancora il Messia e non riconoscono Cristo ?
      Siamo pertanto realisti , stiamo con i piedi per terra , non facciamo voli pindarici spinti solo da un "istintivo" desiderio di unità che è più degli animali che non degli umani , una spinta dell'irrazionale sul razionale o dei massoni e dei progressisti all'interno della chiesa che vogliono distruggere la Chiesa che non dei conservatori della tradizione, della dignità e della Verità nella Chiesa Cattolica. Non possiamo non difendere ciò che Dio considera un BALUARDO della fede cattolica : L'indissolubilità del matrimonio rato e consumato , la presenza del corpo e del sangue di Cristo in ogni particola consacrata , la Nuova ed Eterna Alleanza in Gesù Cristo che ha soppiantato la Vecchia Alleanza del Sinai (pur mantenendo i comandamenti e le eterne leggi di Dio), la Trinitarietà di Dio (UN MISTERO) : pur essendo Uno. Tutti questi ostacoli (ed altri ancora , come il sacramento della confessione , la maternità di Dio di Maria etc.) SONO INSORMONTABILI, NON NEGOZIABILI , NON CEDIBILI, NON PERMETTONO L'UNIONE CON NESSUNA RELIGIONE, MOVIMENTO O SETTA, ma non per partito preso, per presunzione o alterigia , ma perchè sono fondamenta del nostro edificio spirituale . Tolte queste fondamenta , crolla tutto ! Ed è quello che vuole satana !

      Elimina
    2. Io sono convinto della malafede dei fratelli separati . Per esempio riguardo l'intercessione dei Santi (loro credono che i morti, non possono intercedere per i vivi) , tutt'al più solo i vivi possono pregare e intercedere per i vivi (malati, moribondi, bisognosi di grazie). Ma non hanno mai sentito parlare di tutte le grazie, i miracoli e le guarigioni che Dio fa attraverso Maria Santissima, attraverso i Santi, in casa dei cattolici ? Spesso la Chiesa incarica commissioni atee di medici e di scienziati per verificare e certificare la provenienza celeste e non umana degli stessi, perchè non si dica che a vagliare e a emettere una sentenza sia un perito di "parte" , eppure questi testoni di fratelli separati si ostinano a non credere e permangono nell'errore e nello scisma . Oppure verso i miracoli eucaristici , dove è così lampante l'intervento divino (a Buenos Aires il sangue non si coagula e rimane fresco e rosso come emesso da poco) che anche un bambino si inginocchierebbe davanti a quel fenomeno soprannaturale preso da grande stupore e da meraviglia ?!? Come si fa ad essere così ostinati da non volere ammettere il lampante, l'ovvio ? Eppure l'uomo, nell'ostinazione alle sue menzogne, pur vedendo e toccando con mano la verità , è veramente ingiustificabile . Io stesso , che fino a qualche mese fa ero nel Rinnovamento dello Spirito , movimento riconosciuto dalla chiesa post-conciliare , avevo atteggiamenti modernisti non solo di apertura verso i fratelli separati , ma li sentivo anche superiori a noi cattolici e li apprezzavo nell'evangelizzazione , nelle loro liturgie moderne e coinvolgenti , andando nelle loro chiese e pregando con loro (loro avrebbero voluto convertirmi). Ringrazio Dio di avermi aperto gli occhi recentemente e di avermi fatto capire che sono loro i ribelli, che sono loro che si sono separati, escludendosi . Un pò quando due sposi cristiani si dividono perchè uno dei due si invaghisce di un'altra persona e rompe IL PATTO MATRIMONIALE espresso e sottoscritto davanti a Dio e agli uomini . Il coniuge che viene lasciato (in questo caso la Chiesa Cattolica) , non ha alcuna colpa della rottura del Matrimonio. Cosa dovrebbe fare ? Andare dall'altro coniuge e dirgli : << Caro/a , pur di stare insieme a te, accetto il tuo adulterio, da ora in poi facciamo un menage a tre>> . No ! Una cosa del genere è degradante ed umiliante ! Il coniuge che è nel giusto (la chiesa cattolica) , non può scendere a patti col coniuge fedifrago (i fratelli separati) e che non onora il contratto e la sua firma . Allo stesso modo, che senso avrebbe pregare con chi, da una parte crede in Cristo, dall'altra lo rinnega nell'ostia consacrata, e non onora la Madre, assumendo un atteggiamento ipocrita e buonista, alla Giovanni XXIII° , nel dire : << parlate di ciò che vi unisce e non di ciò che vi divide >> . Allora, secondo il Papa Buono, se ci riunissimo ai protestanti, non dovremmo più parlare di Maria Santissima, dell' Eucaristia, di San Pio, di Santa Brigida, di San Francesco, di Sant'Antonio (PILASTRI DELLA NOSTRA FEDE) . Noi cattolici possiamo solo pregare che il Signore li converta, gli cambi la testa ed il cuore e li faccia ritornare all'unico vero ovile, ma pregarli di rientrare, accettando compromessi, o addirittura chiedendo loro scusa, cioè inventando sbagli che non abbiamo fatto pur di non urtare la loro sensibilità, non è cosa accettabile . Si fa un torto alla verità e alla giustizia, si fa un torto a Cristo sposo della chiesa, si fa un torto a noi stessi . Loro torneranno perchè Cristo li farà ritornare alla fine dei tempi , facendo capire loro che l'unica vera chiesa è la chiesa cattolica, che loro hanno abbandonato da ribelli.

      Elimina
  2. Di abominio della desolazione nel luogo santo si è parlato per la prima volta quando Antioco Epifane, re di grecia , venne con le sue truppe nel 167 a.c. a Gerusalemme e fece un sacrificio a ZEUS , nel TEMPIO DI JAHVE' . Egli sacrificò anche un maiale sull’altare del Tempio di Gerusalemme. Voi sapete che i maiali erano animali impuri per gli ebrei . Questo evento è conosciuto come l'abominazione della desolazione nel luogo santo. Questo fatto prefigura la profanazione che farà l'anticristo , quando (presumibilmente in Vaticano) profanerà il tempio della Cristianità con un sacrificio al suo dio (satana).

    RispondiElimina