28 agosto 2017

Correggere il Papa?

Sono passati ormai poco più di quattro anni da quando Bergoglio è stato eletto, da quella sera in cui si è affacciato dal balcone di San Pietro pronunciando l’ormai famoso discorso del “buona sera”! Ma grazie alla sua costante azione picconatrice, la Chiesa cattolica pare ormai quasi irriconoscibile.

Mi chiedo come è possibile che ci  ritroviamo con un Papa così! Ricordo che dopo qualche mese dalla sua elezione, una scoperta sensazionale fu fatta da Socci: in uno scritto di un’amica di Bergoglio, in cui si narrava della sera dell’elezione in Conclave, aveva letto che una votazione (la quarta) era stata annullata perché nella conta era stata rinvenuta una scheda doppia. Il problema era che, secondo la costituzione Universi Dominici Grecis di Giovannni Paolo II, che regola l’andamento del Conclave e le modalità dell’elezione, forse quella votazione era da considerare valida e quindi il suo annullamento probabilmente illecito.

Sono seguite molte polemiche da allora, con canonisti che hanno cercato di smontare la validità del teorema di Socci, e ormai, se ho ben capito, la tesi prevalente è che se i Cardinali hanno accettato l’elezione, perché nessuno di loro ha avuto da ridire, allora al di là della regolarità o meno del Conclave, Bergoglio deve essere considerato comunque Papa.

C’è però qualcosa che non convince del tutto in quest’ultima tesi del “Bergoglio Papa a prescindere”. Ammesso che sia vero che nessun Cardinale abbia contestato la validità dell’elezione, come si fa a saperlo se il Conclave è secretato e tutti i suoi partecipanti, escluso il Papa, sono tenuti al segreto? Siamo così sicuri che nessuno abbia avuto nulla da ridire sull’andamento delle votazioni?

Fra l’altro, a quanto ne so, è rimasto misterioso un fatto accaduto verso la fine del Conclave: era stato comunicato agli organi di informazione che l'eletto era il cardinale Scola di Milano. Come mai e da chi è stata data questa notizia che poi è risultata essere falsa? Forse che il risultato della terza votazione è stato a maggioranza favorevole a Scola, tanto che nella quarta votazione ci si aspettava ormai la sua elezione, ma poi l’ingranaggio di questa si bloccò con l’inserimento (volontario o involontario?) della famosa scheda doppia?
Ma c’è un altro particolare che piacerebbe chiarire: prima di passare alla votazione successiva, quella risultata poi decisiva, le schede della votazione annullata sono state bruciate, come richiedeva la Universi Dominici Grecis oppure no? Se sì, come mai allora non c'è stata la fumata dal comignolo della Sistina? Forse è previsto un meccanismo che permette la distruzione delle schede senza generare fumo? In tal caso nessun problema...  ma se invece non sono state distrutte subito e sono state aggiunte alle schede dell’ultima votazione per così formare la fumata bianca,  bisognerebbe sapere perchè è stato deciso così, dove sono state riposte prima della distruzione e da chi sono state custodite...

Comunque il fatto che Bergoglio sembri a molti privo del Munus petrino pare avvalorare la tesi, adombrata per primo da Socci, che ciò sia una ovvia conseguenza del fatto che egli non sarebbe un vero Papa, perché non eletto regolarmente. Non solo sussistono dei dubbi sull’effettiva validità delle dimissioni di Benedetto XVI, ma come se ciò non bastasse si sono aggiunti anche gli interrogativi sulla validità delle modalità dell’elezione del suo successore! Insomma la matassa pare alquanto ingarbugliata. Forse si potrebbe fare chiarezza se Bergoglio togliesse il vincolo del segreto sul Conclave, se ne potesse così leggere il verbale e si potessero raccogliere le testimonianze dei Cardinali. Ma toglierà mai il segreto?

E ad aumentare la confusione, ultimamente, a causa delle uscite di Bergoglio e le sue evidenti sbandate dottrinali, c’è stato qualche teologo che ha proposto un modo di correzione anche postuma degli insegnamenti e delle opere dei Papi. Considero la cosa pericolosissima: se venisse approvata segnerebbe la fine del Papato, che è quello che vogliono i nemici della Chiesa cattolica. Credo che il Papa non possa essere sanzionato da nessuno, solo Nostro Signore Gesù Cristo potrebbe farlo. I Papi precedenti non hanno praticamente mai deviato dottrinalmente, solo Bergoglio sembra farlo, contraddicendo spesso anche quanto hanno affermato alcuni suoi predecessori.

Ma allora bisogna o no correggerlo se sbaglia? Se ci sono evidenti eresie o deviazioni dottrinali nelle cose che promulga o insegna è ovvio che la risposta è affermativa. Quindi allora il Papa va sanzionato o no? Può sbagliare o no in materia dottrinale e questioni riguardanti la Fede? Forse il vero problema, prima di porsi la questione, sarebbe quello di stabilire senza dubbio alcuno se tale Papa sia stato eletto regolarmente oppure no!
Ma la cosa può anche essere invertita: se venisse accertato che un Papa necessita di una correzione a causa di una sua evidente eresia a mio avviso questi mostrerebbe ipso facto di non essere e di non essere mai stato vero Papa.

18 commenti:

  1. Visto che chi segue la chiesa cattolica ha accettato la cancellazione del secondo comandamento,ha accettato il vago "non commettere atti impuri" al posto del molto più concreto "non commettere adulterio",forse inconsciamente preferisce anche un papato differente,chissà.D'altro canto l'adulterio è considerato ormai "naturale" o naturalmente inevitabile e inchinarsi davanti alle statue è quasi obbligatorio,quindi sta andando più che bene!e allora! direi che questo papa è più che aggiornato,è moderno e attuale.Precorre i tempi aggiungerei!!!forse ho capito però perchè solleva dubbi...lui candidamente esterna i suoi pensieri...dovrebbe essere più cauto come i suoi predecessori.E' pure vero però che egli rispecchia bene il profilo degli uomini degli ultimi tempi,coloro cioè che parlano di ciò che gli aggrada.Questa citazione mi pare di averla letta in un apocrifo...a proposito,qualcuno può spiegarmi come mai i dogmi come l'immacolata concezione o l'assunzione di Maria sono suggeriti dai libri apocrifi i quali però non sono accettati tra i libri canonici?grazie e buon blog.

    RispondiElimina
  2. Non riesco a comprendere come mai lei si aspetta proprio da Bergoglio che svincoli dal segreto del conclave i cardinali. Se Bergoglio non è papa non ha questo potere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei dice "Se Bergoglio non è papa non ha questo potere". Almeno ufficialmente e fino a quando non viene dimostrato il contrario Bergoglio è legittimamente Papa ed è l'unico che può perciò togliere il segreto al Conclave per chiarire i dubbi...non vedo altre soluzioni.

      Elimina
  3. L'Immacolata Concezione e Assunzione vengono a noi dalla Tradizione che, insieme alla Sacra Scrittura contiene ciò che Dio ha rivelato e ci propone a credere. Catechismo di San Pio X, prego. Altrimenti o è ignoranza o provocazione. Anonimo sì, ma cattolico!

    RispondiElimina
  4. credo che tante risposte sulla validità o meno dell'elezione di papa Bergoglio siano da ricercare nelle sue origini ebraiche.
    non ho nulla di personale contro gli ebrei mentre un ebreo al contrario considera noi cristiani come nemici da eliminari. non lo diranno mai apertamente ma lavorano in silenzio per il loro obbiettivo che è quello di eliminire il cristianesimo. perchè la storia si ripete, erano romane le mani che hanno piantoto i chiodi nella croce ma la mente era ebrea.
    in Nostra Aetate e non solo è evidente come si voglia malevolmente accostare cristiani con ebrei. far passare per amici chi non è amico.
    mi chiedo perchè il papa all'età di 42 anni anzicchè chiedere a Dio aiuto per un suo disagio si accosta ad una psicoanalista ebrea per oltre sei mesi?

    saranno pochi i veri cristiani che rimarranno nella vera fede, a questi cristiani gli ebrei stanno già organizzando mani romane che pianteranno i chiodi.

    RispondiElimina
  5. La morte del secondo Cardinale che aveva chiesto CHIAREZZA a Papa Francesco sulla AMORIS LAETITIA. (Cardinale Carlo Caffarra)
    "Un sacerdote mi confida che, proprio nei giorni scorsi, è andato da lui a dirgli il suo dolore per il disastro quotidiano che si vive nella Chiesa, riferendogli alcuni fatti.

    Il cardinale è scoppiato a piangere e gli ha detto:

    “Il Signore non abbandonerà la Sua Chiesa. Gli Apostoli erano dodici e il Signore ricomincerà con pochi. Immagina la sofferenza di S. Atanasio che rimase da solo a difendere la verità per amore di Cristo, della Chiesa e degli uomini. Dobbiamo avere fede, speranza e fortezza”.
    Lo confortavano, in questa testimonianza, le parole profetiche che aveva ricevuto anni prima da suor Lucia di Fatima, in una lettera in cui lei gli aveva scritto che “lo scontro finale tra Dio e Satana sarà sulla famiglia e il matrimonio”.

    http://www.antoniosocci.com/un-sacerdote-rivela-le-ultime-drammatiche-parole-del-card-caffarra/

    ognuno può pensare quello che desidera delle "coincidenze"....

    volevo mettere in evidenza una ulteriore coincidenza che il 21 agosto potrebbe confermare la profezia di Teresa Neumann (1999 - 2017 età di Caino, due eclissi totali di sole).

    a questo indirizzo si dice chiaramente che l'eclisse e l'immediato successivo uragano Harvey hanno iniziato il Giudizio per gli Stati Uniti (a cui seguirà il Giudizio per tutte le altre nazioni):
    http://iamcallingyounow.blogspot.it/2017/08/the-solar-eclipse-hurricane-harvey-and.html
    e qui un tentativo di traduzione:
    http://fatima-2017.blogspot.it/2017/09/leclissi-solare-luragano-harvey-ed-il.html

    RispondiElimina
  6. ho letto volentieri i messaggi della mistica. quello che piu' mi ha colpito è: Qui giace l’uomo che si credeva un Dio”. Quando la purificazione sarà completata, riprenderà la vita. Ma l’uomo nuovo indosserà un abito nuovo: l’abito dell’umiltà e della fede.

    anche questa volta la storia si ripete, nel primo inganno del serpente Adamo ha ceduto al serpente per sostituirsi a Dio. far crede all'uomo che è onnipotente lo allontana da Dio. nell'atto di misericordia dell'uomo per l'uomo Dio è assente.

    che lo Spirito Santo ci dia il dono della comprensione per non cedere all'inganno.

    RispondiElimina
  7. Sanzionarlo e correggerlo non si può, ma deporlo sì, è già stato fato in più di una occasione, certo che io da quel 13 marzo ho sempre i brividi di gelo lungo la schiena e mi aspetto il peggio.

    RispondiElimina
  8. Prima correzione pervenuta e oggi pubblicata. ''Correctio filialis de haeresibus propagatis''. Ne danno contezza diversi siti ormai. Non se ne vedeva una dal 1330 e passa (v. Giovanni XXII).

    RispondiElimina
  9. Vorrei segnalarci :

    Correctio Filialis de haeresibus propagatis – www.correctiofilialis.org
    www.correctiofilialis.org/it/
    La lettera ha un titolo latino: Correctio filialis de haeresibus propagatis
    ...
    Questa lettera è indirizzata a Papa Francesco e firmata da autorevoli rappresentanti del laicato cattolico, nella quale si esternano, in modo rispettoso e filiale, perplessità riguardo alla “propagazione di alcune eresie sviluppatesi per mezzo dell’esortazione apostolica Amoris laetitia e mediante altre parole, atti e omissioni di Vostra Santità”. Queste “eresie” fanno poi parte di un quadro assai più ampio di deriva nella Chiesa, che sta preoccupando settori sempre più estesi dei fedeli. Un documento che cerca di aprire un dialogo col Papa dopo che egli stesso non ha voluto rispondere ai Dubia rivoltigli formalmente da sei cardinali. Un testo subito attaccato in maniera rabbiosa e scomposta dimostrando con ciò il valore e la condivisione che questi temi hanno tra il Popolo di Dio.

    [PDF]Correctio filialis de haeresibus propagatis - Il Sole 24 Ore
    www.ilsole24ore.com/pdf2010/Editrice/.../2017/.../Correctio-filialis_Italiano.pdf
    1 giorno fa


    Grazie

    RispondiElimina
  10. Ma ora c'è Francesco!"
    Il salto triplo di Bobo, che passa dall'Unità all'Avvenire. Sotto l'ombrello di Papa Francesco, Sergio Staino spiega in un'intervista al Corriere della Sera la scelta di pubblicare sul quotidiano della Cei una striscia su Gesù, lui che fu incoronato presidente dell'Unione atei da Margherita Hack. Ma Staino non rinnega l'ateismo e nemmeno l'anticlericalismo. Staino e Bobo sono "molto anticlericali quando i clericali si comportano come tali. Ma ora c'è Francesco" dice il vignettista, ex direttore dell'Unità.

    "Gesù ha l'aspetto di mio figlio a 20 anni e l'aria di non sapere cosa fare nella vita. Il babbo Giuseppe è Bobo, preoccupato come tutti i padri per quelle frequentazioni maschili. Gli dice: dammi una mano in bottega, che dobbiamo reggere la concorrenza con l'Ikea".
    MA ORA C'E' FRANCESCO!!!
    http://www.huffingtonpost.it/2017/10/02/il-salto-triplo-di-bobo-dallunita-allavvenire-sotto-lombrello-di-francesco_a_23229263/

    RispondiElimina
  11. BENEDICTUS PP. XVI - Unico e Vero Papa finché in Vita : “Dubia” e “Correctio filialis”

    BENEDICTUS PP. XVI
    Unico e Vero Papa finché in Vita,
    della Chiesa, Una Santa Cattolica e Apostolica Romana
    come rivelato da Gesù a Conchiglia il 02 febbraio 2011.

    Tutti i firmatari dei “Dubia” e della “Correctio filialis” oltre alla attuale moltitudine
    che segue “l’uomo iniquo che ora siede sul Trono di Pietro”… di Sacerdoti, Vescovi e Cardinali
    in tutto il Pianeta Terra, hanno professato davanti a Dio e agli uomini la loro slealtà
    alla Chiesa, Una, Santa, Cattolica e Apostolica Romana e la loro slealtà a Sua Santità Papa Benedetto XVI
    che è ancora vivo poiché di fatto assicurano la loro preghiera e chiedono la benedizione apostolica
    “all’uomo iniquo che ora siede sul Trono di Pietro”, sì, beòtamente la chiedono al vicario dell’Anticristo !

    Leggere tutto il documento – Lettera di Conchiglia :
    http://www.conchiglia.net/V/17.380_BenedictusPPXVI_Unico_e_Vero_Papa_finche_in_vita_27.09.17.pdf

    Documento inviato per conoscenza alla Congregazione per la Dottrina della Fede.

    RispondiElimina
  12. VENERDI' 13 OTTOBRE 2017: RECITIAMO IL SANTO ROSARIO
    http://www.aiasm.it/evento-recitiamo-il-santo-rosario-venerd-13-ottobre-74.html

    RispondiElimina
  13. Purtroppo non si capisce più niente,anche nella Chiesa c'è grossa confusione,la Chiesa è divisa.

    RispondiElimina
  14. i dubbi che mi sono posto sulla autenticità della fede cristiana all'interno dei muri vaticani hanno avuto inizio con le vicende accadute ai frati dell'immacolata. il mio cammino cristiano inizia grazie ai frati, in questa realtà cattolica ho trovato la mia identità.
    quando i Frati Dell'immacolata sono stati attaccati con delle false accuse condotte ada arte dal vaticano mi hanno portato a riflettere sulle possibili cause.
    la risposta che mi sono dato è stata " questi frati ispirati dallo Spirito Santo svelano le trame malefiche della massoneria con convegni libri etc solo per questo motivo vengono attaccati".
    la conferma è arrivata quando ho letto l'articolo che indico a seguire

    http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV2173_Catholicus_Distruzione_FF-II.html

    mi piacerebbe conoscere un suo parere
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le vere cause della persecuzione verso i Francescani dell'Immacolata si possono ipotizzare ma non dare per sicure, se non si hanno prove certe dire che il motivo è dovuto all'opposizione dei Francescani alla massoneria sarebbe come fare il processo alle intenzioni. Però lascia basiti una dichiarazione fatta da Bergoglio durante un'udienza concessa ad alcuni Francescani in Vaticano il 10 giugno 2015, dalle 9.30 alle 11: "Il vostro carisma è un carisma singolare : c’è lo Spirito di san Massimiliano Kolbe, un martire, e c’è lo spirito di san Francesco, l’amore alla povertà, a Gesù spogliato… Ma c’è un’altra cosa che a me fa capire perché il demonio è tanto arrabbiato con tutti voi: la Madonna. C’è qualcosa che il demonio non tollera… non tollera la Madonna, non tollera e non tollera di più quella parola del vostro nome: “Immacolata”, perché è stata l’unica persona solamente umana nella quale lui ha sempre trovato la porta chiusa, dal primo momento; lui non (la) tollera. Ma pensate anche il momento che voi vivete adesso come una persecuzione diabolica, pensatela così...” e questo detto dopo aver affermato "A me è stata spiegata la (vostra) situazione tranquillamente, calmamente; ho pregato con benevolenza per voi e ho sentito che dovevo prendere quelle decisioni (del Commissariamento) dopo essermi consigliato (…)" in cui quindi praticamente Bergoglio si assume la responsabilità del Commissariamento...

      Elimina
  15. CATTOLANTE?
    A che serve tutto questo gran parlare di Lutero e della Riforma?
    "Il Sacrificio della Messa rinnova quello compiuto da Gesù sul Calvario. Accogliendo la dottrina protestante si dirà che la Messa non è un sacrificio, ma solo la sacra cena, cioè il ricordo di ciò che Gesù fece nella Sua ultima cena. E così verrà soppressa la celebrazione della Santa Messa"
    Don Gobbi - Ai Sacerdoti Figli Prediletti della Madonna
    http://due1000dodici.altervista.org/blog/i-messaggi-della-madonna-a-don-gobbi/
    Lo scopo di tutto questo "amore" per i protestanti è semplicemente la negazione della transustanziazione. La Chiesa è ormai completamente alla deriva e i tempi sono davvero "maturi".
    http://www.colledelbuonpastore.it/anno-2017/ottobre-2017/2770-non-siate-stolti-figli-miei-il-mondo-e-alla-fine.html

    RispondiElimina