Vale la pena vivere senza Dio?


Vale la pena vivere senza credere in Dio ed essere quindi  privi della speranza del trascendente?
E’ questa la domanda che mi faccio spesso e che a mio avviso ognuno di noi dovrebbe porsi  nel corso della propria esistenza.
La risposta che mi sono dato  è che non è assolutamente conveniente   essere miscredente perché, un po' per esperienza  personale ma soprattutto perchè  lo hanno dimostrato con la loro vita i mistici e i santi, credere e vivere una vera vita in Dio ha come conseguenza la più grande felicità di cui si possa godere su questa terra! Mentre vivere come se Lui non ci fosse fa stare in uno stato di perenne ‘disperazione’...

Nuove sulle Esperienze di Pre-Morte

Devo dire che dall’uscita del primo libro del dott. Moody ‘La vita oltre la morte’, relativo all’argomento NDE  - Near Death-Experiences, cioè Esperienze di Pre-Morte - , con interviste fatte alle persone ‘morte’ per un certo periodo di tempo e poi riportate in vita nelle sale di rianimazione, ne è passata di acqua sotto i ponti. Oltre ad altri libri dello stesso Moody, sono stati infatti pubblicati negli anni successivi ulteriori studi eseguiti da medici e psichiatri. E sono stati scritti numerosi articoli interessanti con  varie ipotesi di spiegazione anche in riviste scientifiche abbastanza serie con  botte e risposte tra ‘materialisti’ e ‘spiritualisti’. Insomma è come se il dott. Moody avesse aperto un vaso di Pandora. Ho parlato in questi precedenti post del fenomeno - che sembra essere un indizio molto serio dell’esistenza della vita oltre la morte- e dei tentativi di spiegazione che sono stati fatti almeno diciamo fino all’anno 2000 e quindi non mi ripeterò su di essi (1).

Scrivo adesso questo altro post per cercare di dar conto - per quanto è possibile - delle ricerche più avanzate che si stanno conducendo e dei risultati che sono stati trovati in questi ultimi anni (pressappoco dal 2001 in poi fino ad oggi).