La Chiesa è di origine divina?

La motivazione più frequente usata dai non credenti  per provare che la Chiesa non sarebbe di origine divina  è il fatto che  nel corso della sua storia avrebbe commesso degli errori.
Per i più radicali sarebbe addirittura composta  da uomini  che avrebbero cercato spesso, se non sempre, di fare i propri comodi, ingannando così i credenti, considerati nel migliore dei casi come degli ‘ingenui’ (1).

Basta infatti farsi un giretto nella rete per leggere  numerosi giudizi,  - espressi in forma di ‘slogan’, alle volte volgari e violenti, motivati con ‘prove’ storiche dubbie o di parte - e condanne senza appello basate  però spesso su ‘leggende metropolitane’ e luoghi comuni.
E la maggior parte di questi pareri ‘trancianti’ sono espressi da giovani ...

L'ateismo fa male alla salute

Il titolo del mio post è forse un po' provocatorio, tuttavia proverò a dimostrare che non è del tutto lontano dal vero. Avrei anche potuto titolare più diplomaticamente 'La Fede fa bene alla salute ', ma poi ho creduto più giusto invece mettere il titolo che ho scritto, perché  ritengo che pur essendo un po' brutale  sia però più efficace a rendere meglio l'idea.

Blogosfera e Religione

Oggi ho letto da qualche parte che il numero dei Blog in Italia sarebbe molto alto. Ciò mi ha sorpreso un po', pensavo infatti che non fossero tantissimi quelli che si sobbarcano la fatica di tenere in vita un Blog.

Ho cercato quali sono  i  più visitati  e  ho trovato  un sito  con la classifica dei primi 500. Ho voluto fare una ricerca tra essi per vedere in che posizione si collocavano quelli a carattere ‘religioso’: il risultato è stato un po' sconfortante!
 

Segnali dal futuro? (2^ parte)

In alcune recenti ricerche si è scoperto che è possibile in particolari condizioni ricevere informazioni non solo dal futuro, quindi da eventi distanti nel tempo (come ho descritto nella prima parte), ma vedere, come se fossero vicini,  luoghi e oggetti inaccessibili alla vista ordinaria, anche se lontani  migliaia chilometri: questo fenomeno si chiama visione remota (1).
E sono state provate anche le due cose combinate, nel senso che si son potuti percepire fenomeni lontani e che accadono nel futuro. Quindi per esprimerci in un linguaggio più fisico, in certi casi si è potuto osservare eventi distanti da noi nello spazio-tempo come se questi  fossero vicinissimi e contemporanei; percò contigui a noi, con una lontananza spazio-temporale da noi praticamente nulla. Cioè il lontano-e-poi che  diventa il qui-e-ora!
Sembrerà strano ma questa situazione ‘paradossale’ viene  ormai accettata come reale e normale dalla Fisica quantistica ed è chiamata non località (2).