Delusione telescopica

NGC3972 -  Hubble Telescope - credit Nasa/Esa A Riess,STScI
Sono stato preso per giorni dal desiderio di comprare un telescopio. L' Universo mi affascina, così  come penso succeda a tutti. Dopo un po' di studio e alcune ricerche in rete, sono arrivato però alla conclusione che forse non mi conviene fare questa spesa.

L'inquinamento luminoso delle nostre città limita fortemente l'uso di qualunque strumento osservativo, e si deve andare in aperta campagna o in montagna per vedere qualcosa di decente, portandosi appresso tutta l'attrezzatura. Senza contare che un telescopio motorizzato che non sia un giocattolo costa almeno 1500 euro ed è di solito pesante e ingombrante! 

Ma anche facendo così, ho capito che gli unici oggetti interessanti che si possono osservare sono la Luna e una manciata di pianeti, quest'ultimi visti anche con un tele di 20 cm di diametro al più della grandezza  di "pisellini primavera Findus" posizionati a circa 2 metri dai vostri occhi: figurarsi che spettacolo!  Forse si possono risolvere gli anelli di Saturno, ma anche con quelli non bisogna aspettarsi gran che: dopo che uno li avrà  visti un paio di volte che fa? , vale la pena sborsare tanti soldi per poter poi dire "caspita, ho visto gli anelli di Saturno!"?

Per lo spazio profondo anche una delusione maggiore! Si può  scorgere qualche galassia, ma anche la più vicina, Andromeda,  appare solo come un piccolo ed evanescente ciuffo di cotone grigio,  sarebbe meglio dire una nebbiolina, scordatevi di poter scorgere le stelle che contiene! E le stelle della via Lattea, che vengono viste come puntini ad occhio nudo, tali rimangono, al più qualcuna che è  doppia si può ossevare come due capocchie di spillo vicine, tutto qui.

E, tranne in certi casi per Marte e Giove, tutto si vede in bianco e nero, perchè i colori con queste luminosità così basse il nostro occhio non può scorgerli (infatti le cellule della retina che sono deputate a distinguerli,  i 'coni',  funzionano solo con oggetti abbastanza illuminati). Non parliamo poi se si vogliono fare delle foto: l'attrezzatura necessaria diventa più  complicata e costosa. Eccomi forse spiegato perché molta gente compra telescopi e dopo il primo uso, essendo rimasta delusa nelle aspettative, si pente della spesa e mette in vendita nei siti dell'usato l'attrezzatura come nuova.

Certo, ci sono degli appassionati astrofili che al prezzo di costanza e sacrifici ricavano delle soddisfazioni, indubbiamente, ma a mio avviso il gioco non vale la candela. (Qualcuno si chiederà come faccio a sapere ciò se non ho un telescopio, beh andate al sito Telescope Simulator in cui è  possibile avere una vista virtuale di alcuni oggetti celesti così come possono essere osservati realmente da un telescopio di cui potete impostare il diametro, e vi potrete rendere conto che ho ragione. Di default nel sito è  impostato un diametro di 15 cm cioè  di 150 mm, ma potete variarlo a piacere e inserire volendo anche la lunghezza focale, ma a parte che per la Luna, per gli altri oggetti il risultato non cambierà granché. Tenete conto che un buon tele riflettore di 200 mm di diametro con puntamento GoTo e posizionamento altazimutale costa intorno ai 1800 euro! ).

Credo perciò  che il cielo se uno vuol vederlo in dettaglio, e con i suoi sbalorditivi colori, sarebbe meglio osservarlo guardando le incredibili foto fatte dal telescopio spaziale Hubble, che ad esempio si possono trovare nel sito Hubblesite.org da cui ho tratto la bella foto pubblicata all'inizio del post. Vi invito a visitatarlo, rimarrete affascinati e sbalorditi della bellezza degli oggetti celesti presenti. Altro che foto fatte con il cannocchiale casalingo! Se si vuol far da sé, il mio consiglio è di dedicare il proprio tempo a fare delle  foto con una buona reflex o anche con il telefonino delle meraviglie del nostro pianeta Terra, è  molto più  gratificante ed eviterete di buttare il vostro denaro, ve lo assicuro!

5 commenti:

  1. Il tuo ragionamento non fa una grinza! Quando le distanze si misurano in anni luce, non c'è telescopio casalingo che tenga!

    Come chi compra un drone e dopo un po' si stufa...

    RispondiElimina
  2. Gia... tutto vero...cara esperienza.personale

    RispondiElimina
  3. Quello che scrive, professore, è vero e comprensibile, ma mi dispiace lo stesso che lo scriva. Ripeto, è comprensibile, ma l'argomento non si può "chiudere"...come dire, così.

    Sarebbe bastato googolare un poco prima dell'acquisto, o leggere qualche forum di astrofili, o partecipare ad una serata fra le stelle, come si dice, uno Star Party, per farsi un'idea di cosa sia l'osservazione astronomica e come/cosa riesci a vedere con un telescopio.

    Certo è che chiunque avulso dall'astronomia e dall'osservazione del cielo notturno, e quindi pure lei, guardando i documentari in TV, potrebbe immaginare che basti mettere l'occhio su un oculare di un qualsiasi telescopio e si vedono gli oggetti celesti come li vede i telescopio spaziale Hubble.........magari !!! :-)
    Ma NON è assolutamente così ! La "colpa" però, non è del telescopio o del neofita, la "colpa" è semmai dei negozianti avvoltoi o dell'ignoranza di chi compra (senza offesa per nessuno, neanche per lei). Tantissime scoperte, casuali o no, sono state fatte da astrofili con piccoli strumenti, questo è un fatto indiscutibile.

    Per quanto mi riguarda il mio telescopio è piccolo : è un piccolo rifrattore da 50 mm ! Sì, piccolo è piccolo (che comunque Galileo o Keplero avrebbero venduto la madre per averne uno così), ma dipende anche dalle aspettative e da come riesci a sfruttarlo fino al massimo delle sue potenzialità : diciamo che a me 'basta' il cielo buio e sereno, un luogo scuro e ameno, lontano da luci e da confusione, il silenzio della natura e della notte, sì, magari con qualche grillo o qualche topolino ancora sveglio.

    Ci sono oggetti che non riuscirò mai a 'godere' , è vero, ma a me basta il cielo stellato sulla testa e trovare l'oggetto. Se poi lo vedo piccolo piccolo o scuro....pazienza. O mozzo o nostromo o ammiraglio, il bello è stare in mare e veleggiare :) ......no ?

    Quanto ai "sacrifici" che ci vogliono per osservare il cielo notturno lei ha completamente ragione : una cosa è vivere in campagna o in montagna lontano da città e inquinamento luminoso e un'altra è mettersi in macchina, ovviamente di sera o di notte, e farsi minimo 30/40 chilometri per avere un "cielo" decente, ovvero buio e sereno. Questa cosa i "pivelli" la ignorano totalmente ! Non basta avere un telescopio o anche un semplice binocolo cinese da 15 euro, per vedere bene e nitidamente qualcosa, no, ci vuole un cielo veramente buio e sereno, lontano da luci artificiali ! E certo che chi vive in grandi città DEVE fare grossi sacrifici e spostamenti per averne uno.

    Detto questo, le posso assicurare che osservare un VERO cielo notturno, anche semplicemente senza alcuno strumento, anche solo ad occhio nudo, e stare lì a riconoscere le costellazioni e/o vedere la striscia bianca della Via Lattea con milioni di stelline, in campagna, in collina o in montagna, è un emozione impagabile ! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei ha perfettamente ragione! Come in tutte le cose che interessano veramente nella vita bisogna spesso affrontare sacrifici per ottenerle: bene fa lei quindi a coltivare la sua passione che le dà sicuramente delle soddisfazioni. Mi ricordo lo stupore e la meraviglia che provavo anni fa quando possedevo una casa in campagna vicino Capo Passero in Sicilia e osservavo il cielo notturno in cui si estendeva il tutto il suo splendore la Via Lattea! Quello che ho voluto dire nel post è che a meno di non vivere in una zona desolata o essere veramente appassionati e quindi disposti a spostarsi in zone deserte di notte con tutta l'attrezzatura, il comprare un'apparecchiatura costosa per poi pensare di osservare chissà cosa nel nostro cielo di città inquinato non può che portare ad una delusione...Dipende comunque da cosa uno si aspetta e cosa cerca, allora anche un'osservazione con un buon binocolo può andar bene...Grazie per il suo intervento.
      Salvatore Canto

      Elimina

Non verranno pubblicati interventi fuori tema o con semplici rimandi a link