4 dicembre 2014

Storicità di Gesù e mass media

Il professore di Religione del Liceo che frequentavo ci ripeteva spesso una frase che mi è rimasta impressa: “se qualcuno afferma che l’esistenza di Gesù non è provata storicamente lo potete considerare un ignorante”.
Quasi tutti gli storici sono propensi ad affermare che Gesù è veramente esistito. Infatti oltre alle fonti cristiane quali i Vangeli, di cui quelli di Matteo e di Marco possono essere considerati i più antichi e i più vicini ai tempi descritti (1), le lettere di Paolo di Tarso, e di Pietro, e di Giovanni e Giacomo, questi ultimi tre testimoni diretti, esistono anche molte fonti non cristiane e quindi ‘neutrali’ in cui vengono citati più o meno direttamente Gesù e i Cristiani. Tacito parla di Ponzio Pilato e della condanna a morte di Cristo (2), e ci sono altri cenni relativi ai cristiani e a Gesù reperibili negli scritti di Plinio il Giovane, Giuseppe Flavio (3) e Svetonio. E lo stesso Talmud babilonese ebraico parla in maniera ostile di Gesù, confermandone così la storicità (4).
Fra l’altro l’esistenza di uno dei personaggi chiave della vicenda, e cioè di Ponzio Pilato, oltre che dalla citazione di Tacito è stata dimostrata  anche dalla cosiddetta “iscrizione di Pilato”, un blocco di pietra rinvenuto dagli archeologi nel 1961 a Cesarea Marittima  e conservata nel museo ebraico di Gerusalemme.

Eppure, nonostante tutte queste prove, ci sono ancora persone che sostengono che Gesù Cristo sarebbe un personaggio inventato, anche se pochi in verità; sono però molti di più quelli che pur credendo nella sua esistenza propalano notizie inventate sulla sua vita, ritenendo magari più degno di fede uno scritto del 5° secolo anziché i Vangeli. E in questo trovano una cassa di risonanza non indifferente nei mass media.
Infatti qualche mese fa si è scatenato un putiferio mediatico con la notizia della pubblicazione di un libro in cui si parlava della scoperta in un documento eccezionale e sorprendente, di un passo che asseriva che Gesù era stato sposato con la Maddalena e che addirittura aveva avuto anche dei figli. Peccato che non veniva messo molto in risalto che il documento, noto da tempo, era stato scritto 5 secoli dopo Cristo e che la maggior parte degli studiosi hanno sempre guardato con sospetto ritenendolo privo di vero valore storico (un esempio del lancio della notizia su diversi giornali on-line può essere travato qui e qui e ancora qui).

Trattando del Cristianesimo si è spesso cercato di confondere le acque con trovate pseudo scientifiche come quella propalata tempo fa dalla BBC che pubblicò con incredibile battage mediatico la ‘vera immagine di Gesù’. Quella immagine era evidentemente un falso infatti si presentava un uomo col naso grosso e i capelli corti, e la faccia rotonda più simile a quella dell’uomo primitivo, del tutto differente rispetto all’immagine tradizionale con i capelli lunghi e la faccia magra che tutti hanno del vero Gesù Nazareno. Evidentemente l’iniziativa aveva l’intenzione di dissacrare l’immagine di Cristo, deludere i credenti instillando in loro il dubbio e non riconoscere l’autenticità della Sindone. E a proposito di quest’ultima, quanta disinformazione su di essa. Si batte spesso e volentieri il tasto sul fatto che sarebbe stato dimostrato dall’analisi al carbonio che sarebbe un falso e si tace sulle incredibili vicende che hanno portato a quei risultati, ormai visti con molto sospetto se non con nessuna credibilità dal mondo scientifico più serio, e di cui ho anche parlato in un precedente post.

Inoltre spesso vengono create ad arte bufale mediatiche come quella ultima in ordine di tempo in cui un giornale on line satirico ha inventato di sana pianta una storia su un presunto ritrovamento negli archivi vaticani di un documento che sembrava confermare  l’esistenza di Gesù  e che poteva anche essere ritenuta  la prima e verace testimonianza  oculare ‘indipendente’, perché non proveniente da fonte cristiana ‘interessata’, di  un miracolo fatto da Cristo e non raccontato nei Vangeli, la resurrezione di un bambino nato morto.
Ebbene in un primo momento molti giornali on line seri, come questo, ci sono cascati e io stesso devo dire che ci avevo creduto, proponendomi di scrivere prima o poi un post sull’argomento!
Ora dico, questi ‘buontemponi’ che scherzano in maniera così irriverente con il Cristianesimo e i sentimenti dei cristiani, farebbero mai la stessa cosa con altre Religioni? Ad esempio con i mussulmani e l’Islam? La risposta potete darla voi stessi, ed è ovviamente negativa. Facile fare i bulli con quelli che si ripromettono i amare i propri nemici e di non vendicarsi!

E come la mettiamo fra l’altro col poco risalto dato alle nuove persecuzioni dei cristiani in alcuni paesi di islamismo radicale che purtroppo stanno accadendo sempre più spesso in questi ultimi tempi?
________________________________________________________________

Note

(1) Esiste fra l'altro il frammento del vangelo di Marco in un pariro rinvenuto nelle grotte di Qumran  e che daterebbe la stesura di tale vangelo verso il 50 d.C, cioè pochi anni dopo la morte di Gesù e prima della distruzione di Gerusalemme, che renderebbe degno di credibilità tale vangelo in quanto in quel periodo molti testimoni oculari dei fatti erano in vita.

(2) « Il fondatore di questa setta, il Cristo, aveva avuto il supplizio sotto il regno di Tiberio, per ordine del procuratore Ponzio Pilato. Momentaneamente repressa, la funesta superstizione si scatenò di nuovo non soltanto nella Giudea, culla del male, ma in Roma stessa »
(Tacito, Annali, XV, 44, tratto da Wikipedia)

(3) «In questo tempo viveva un uomo saggio che si chiamava Gesù, e la sua condotta era irreprensibile, ed era conosciuto come un uomo virtuoso. E molti fra i Giudei e le altre nazioni divennero suoi discepoli. Pilato lo condannò a essere crocifisso e morire. E quelli che erano divenuti suoi discepoli non abbandonarono la propria lealtà per lui. Essi raccontarono che egli era apparso loro tre giorni dopo la sua crocifissione, e che egli era vivo. Di conseguenza essi credevano che egli fosse il Messia, di cui i Profeti avevano raccontato le meraviglie». »
(Traduzione di Shlomo Pines, citata da J.D. Crossan delle “Antichità giudaiche” di Giuseppe Flavio,  riportato da Wikipedia)

(4) « ...Alla vigilia della Pasqua [ebraica], Yeshua fu appeso. Per quaranta giorni prima dell'esecuzione, un araldo gridava "Egli sta per essere lapidato perché ha praticato la stregoneria e ha condotto Israele verso l'apostasia. Chiunque sappia qualcosa a sua discolpa venga e difenda il suo operato". Poiché nessuna testimonianza fu mai portata in suo favore, egli fu appeso alla vigilia della Pasqua. »
(Soncino Babylonian Talmud, editor I. Epstein, Tractate Sanhedrin, folio 43a, London, Soncino Press, 1935-1948, riportato da Wikipedia)

6 commenti:

  1. C’è un videoolto visto su You tube che si intitola Zeitgeist. Che cos’è Zeitgeist?
    Zeitgeist è una sorta di documentario che ha avuto negli ultimi anni una discreta divulgazione. È una strana e verbosa raccolta di storia delle religioni mal interpretata e semplificata all’osso, complottismo “classico” come quello sull’11 settembre, teorie economiche alternative, cupe previsioni per il futuro e bizzarri progetti utopici per salvare il mondo “Zeitgeist” è una parola composta tedesca che significa “spirito del tempo”, Il Che cosa dice Zeitgeist: The Movie,è lungo circa due ore ed è diviso in tre parti. Dopo una prima parte che tratta di complotti si passa a una specie di dichiarazione di intenti del film: dire la verità sui fenomeni religiosi, presentati come una grande menzogna attraverso alcuni audio di diverse personalità più o meno note.
    La tesi della prima parte del film è la seguente: il Gesù del Cristianesimo non è mai esistito e l’intera religione cristiana – definita una “frode storica” – è una creazione a tavolino al pari dei miti più antichi con cui ha molte somiglianze (tra cui miti egizi, indiani e greci). La prima parte del film ha lo stesso titolo di un libro di una sostenitrice di questa teoria – detta del “mito di Gesù” e totalmente screditata dagli storici delle religioni – Acharya S, da cui dipendono molti contenuti del video.
    Alla base delle credenze cristiane come di tutte le altre, sostiene il video, c’è l’antica adorazione degli astri: “la religione cristiana è una parodia dell’adorazione del sole”, compare a un certo punto sullo schermo. Chi ha creato la religione cristiana per ragioni di “controllo politico” sono stati gli imperatori romani, ma tutta la parte del “perché” e “per quale motivo” è straordinariamente vaga.

    GESÙ È IL DIO SOLE? (RISPOSTA A ZEITGEIST E ALTRI VIDEO)
    4 Dicembre 2014 Scritto da Daniele Picconi
    Gesù è il dio sole? è vero che molte divinità del passato hanno elementi in comune con Gesù?
    Gesù è il dio sole? Molte divinità del passato sono nate il 25 dicembre, morte in croce e risorte?
    Nel 1999 con lo pseudonimo di Acharya S, Dorothy Milne Murdock, ha pubblicato il libro :”The Christ Conspiracy: The Greatest story Ever Sold”. Questo libro è la base del video “Zeitgeist” (e di molti altri) diffuso nel web e che ha moltissime visualizzazioni. La tesi del libro è la seguente:
    Gesù sarebbe il dio-sole. Le storie che si raccontano su Gesù sarebbero «nella realtà, fondate sui movimenti del sole nel cielo. In altre parole, Gesù Cristo e le altre figure su cui si fonda questo personaggio sono personificazioni del sole, e la favoletta evangelica è la pura e semplice ripetizione di una formula mitologica che ruota attorno ai movimenti del sole nel cielo».
    Negli ultimi tempi ho cercato di informarmi per trovare risposte a questa tesi e ad altri video diffusi in rete che narrano simili tematiche. In particolar modo grazie alla lettura del libro “Gesù è davvero esistito?” di Bart D. Ehrman, (dirigente del dipartimento di studi religiosi dell’Università del North Carolina e autorevole studioso del Nuovo Testamento, della Chiesa delle origini e della vita di Gesù) che farà da spunto a questo mio articolo riporto le principali affermazioni per comprovare la tesi che Gesù è storicamente esistito. Sottolineo inoltre che l’autore si dichiara agnostico, pertanto le affermazioni che seguono hanno maggiore obiettività. (continua sotto)

    RispondiElimina
  2. Continua 1) Secondo B. Ehrman: « Gesù non è stato inventato ad Alessandria d’Egitto a metà del II secolo cristiano (come invece riporta Acharya S.) era già noto negli anni trenta del I secolo nell’ambiente degli ebrei palestinesi. Non era in origine un dio-sole. In nessuna delle tradizioni più antiche è associato a fenomeni astrologici. Tali tradizioni sono testimoniate da una molteplicità di fonti che hanno avuto origine almeno un secolo prima della presunta creazione astrologica di cui parla Acharya S., ed essa è stata formulata da individui vissuti in una parte del mondo diversa da quella in cui è vissuto Gesù, e che non parlavano neppure la sua lingua.»
    Partendo da alcuni evidenti errori che si trovano nel libro di Acharya S. riporto le risposte di Bart D. Ehrman:
    1- Giustino di Nablus, padre della Chiesa del II secolo, non cita e non menziona mai alcun vangelo (p. 25). Risposta di Ehrman: non è assolutamente vero, accenna in numerosi occasioni ai vangeli, da lui denominati Memorie degli Apostoli, e cita in modo particolare quelli di Matteo, Marco e Luca.
    2- I vangeli sono stati fabbricati ad arte centinaia di anni dopo gli episodi che narrano (p.26). Risposta di Ehrman: di fatto i vangeli sono stati scritti alla fine del primo secolo, più o meno dai 35 ai 60 anni dopo la morte di Gesù, e ne abbiamo una prova concreta: il frammento di un manoscritto evangelico che risale agli inizi del secondo secolo.
    3- Non possediamo manoscritti del Nuovo Testamento che risalgono a un periodo precedente il IV° secolo (p.26). Risposta di Ehrman: questo è un errore marchiano: possediamo numerosi manoscritti frammentari che risalgono al II e III secolo.
    4- Gli autografi «furono distrutti dopo il Concilio di Nicea» (p. 26).Risposta di Ehrman: in realtà, non sappiamo che fine abbiano fatto le copie originali del Nuovo Testamento; è probabile che siano state consultate tanto spesso da logorarsi. Nulla dimostra che siano sopravvissute fino al Concilio di Nicea o che siano state distrutte in seguito; una gran quantità di prove indica invece che non arrivarono fino al Concilio di Nicea.
    5- Ci sono voluti più di mille anni per canonizzare il Nuovo Testamento e sono stati necessari molti concili per differenziare i testi ispirati da quelli falsi (p. 31.) Risposta di Ehrman: a dire il vero, il primo autore a elencare i testi che avrebbero costituito il nostro canone neotestamentario fu il Padre della Chiesa Atanasio nel 367; il commento a proposito dei molti concili è pura invenzione.
    6- Il vero significato della parola gospel (in italiano: vangelo) è “God’s Spell”, nel senso di magia, ipnosi, illusione (p. 45). Risposta di Ehrman: No, la parola gospel deriva da un termine dell’inglese antico, god spel, che significa “buona novella”, una traduzione abbastanza fedele della parola greca “euangelion”. Non ha nulla a che vedere con la magia.
    7- Il Padre della Chiesa “Ireneo era uno gnostico” (p. 60). Risposta di Ehrman: in realtà, fu uno dei più pugnaci (forti) oppositori degli gnostici nella Chiesa delle origini.
    8- Agostino fu originariamente un mandeo, vale a dire uno gnostico fino a dopo il Concilio di Nicea. Risposta di Ehrman: Agostino è nato 19 anni dopo il Concilio di Nicea e, di sicuro, non era uno gnostico
    Ho riportato solo alcune affermazioni di Ehrman molte altre sono presenti nel libro. Di seguito riporto le “sconvolgenti” affermazioni di Zeitgeist e di altri video collegati. Notare che già per Horus afferma che gli attributi non sono reali! L’intento dell’autore del video è quello di mostrare come la divinità sole sia stata presentata nella storia sotto nomi diversi! Tutte queste divinità quindi non sono altro che il Dio sole, anche Gesù!!! (continua)

    RispondiElimina
  3. Continua 2) Dal video “Zeitgeist, versione italiana (ultimo accesso 1/12/2013)”:
    “Horus: Nato il 25 dicembre da una vergine. Nascita accompagnata da una stella dell’est che i re seguirono per trovare il neonato salvatore e portargli dei doni. All’età di 12 anni era un prodigo insegnante adolescente. All’età di 30 anni venne battezzato da una figura nota come Anhup e da quel momento iniziò il suo ministero Horus aveva 12 discepoli che viaggiavano con lui, compiva miracoli, come la guarigione dei malati e il camminare sulle acque. A Horus venivano attribuiti vari nomi simbolici come “la verità”, “la luce”, “il figlio eletto di Dio”, “il buon pastore” e molti altri.. Dopo essere stato tradito da Typhon, Horus venne crocifisso, sepolto per 3 giorni, dopo di che è risorto.Questi tributi di Horus sebbene possano non essere reali!!!! Sembrano permeare molte culture del mondo!!
    Attis: Divinità Frigia, nato da una vergine il 25 dicembre, crocifisso, morto per 3 giorni e poi risorto.
    Krishna dell’India: Nato da una vergine il 25 Dicembre con una stella dell’est che segnalava il suo arrivo. Ha compiuto miracoli con i suoi discepoli, fu crocifisso e dopo la sua morte è risorto.
    Dionysus dalla Grecia: Nato da una vergine il 25 dicembre era un’insegnante viaggiatore che compiva miracoli come trasformare l’acqua in vino. Veniva chiamato anche “Re dei Re”, “L’unigenito di Dio”, “L’Alfa e l’Omega” e molti altri.. fu crocifisso e risorto.
    Mithra della Persia: Nato da una vergine il 25 dicembre, aveva 12 discepoli e compiva miracoli, dopo la sua morte venne sepolto per 3 giorni ed è risorto di domenica. Veniva chiamato: “la verità”, “la luce”.
    Ci sono dozzine di salvatori nati da una vergine, crocifissi in molte parti del mondo che corrispondono a questa descrizione”.
    Bene cominciamo a dare delle risposte a queste pesantissime affermazioni! Per farlo farò ancora riferimento al testo di Herman! Cominciamo dall’ultimo visto che il primo affermano loro stessi: “Questi tributi di Horus sebbene possano non essere reali!!!! Sembrano permeare molte culture del mondo!!”».
    Mithra della Persia: Negli anni di studio teologico avevo già affrontato questa interessante figura e dedicato molta cura e attenzione ma preferisco lasciare il campo a chi è più informato di me. “Gli studiosi dei misteri mitraici non hanno nessuna difficoltà ad ammettere:- non sappiamo molto del mitraismo. I mitraisti non hanno lasciato libri per spiegare quali fossero i loro riti e le loro credenze. Quasi tutte le testimonianze in nostro possesso sono prove archeologiche. Non abbiamo testimonianze secondo cui il dio Mithra sarebbe nato da una vergine il 25 dicembre e morto per espiare i peccati, per poi risorgere di domenica. Il mitraismo era una religione misterica dove i seguaci erano vincolati dal voto di segretezza e non rivelarono mai né i misteri del loro culto, né i loro riti o il loro credo-.
    Qualcuno potrebbe obiettare che sono gli stessi cristiani come Tertulliano a parlare del culto di Mithra! Vero.. ma “nessuno di loro (autori cristiani), fu personalmente coinvolto nei rituali, si basarono su semplici congetture.. e perseguivano finalità ben precise! Il loro intento infatti era far capire ai pagani che il cristianesimo comprendeva parole e azioni non tanto diverse da quelle delle loro religioni, pertanto non c’era ragione di fare un distinguo per i cristiani e perseguitarli. Le fonti cristiane (su Mithra) che affermano di conoscere i misteri, in altre parole, avevano interessi in gioco per far credere che le religioni pagane fossero simili al cristianesimo sotto molti aspetti. E’ il motivo, sommato al fatto che non disponevano di informazioni affidabili, per cui in generale, non possiamo fare affidamento su di esse”. (continua)

    RispondiElimina
  4. Continua 3) Per quanto riguarda le altre divinità?
    “Nel 1999 Timothy Freke e Peter Gandy nel libro: The Jesus Mysteries: Was the “Original Jesus” a Pagan God?. Secondo la loro teoria Gesù non sarebbe stato un dio-sole, bensì una creazione fondata sulle diffuse mitologie delle divinità soggette a morte e rinascita, note in tutto il mondo pagano. Secondo loro Dioniso, Attis, Mitra ecc.. Dio era il padre, la madre era una vergine mortale, ciascuno di loro nacque il 25 dicembre in una grotta di fronte a 3 pastori e uomini sapienti; trasformarono l’acqua in vino e altri miracoli, crocifissi per la Pasqua allo scopo di emendare i peccati del mondo, tutti discesero all’inferno e il terzo giorno resuscitarono!
    Gli storici del mondo antico sono scandalizzati da tali asserzioni! Gli autori non corredano di prove le loro affermazioni!! Non citano alcuna fonte pervenutaci dal mondo antico che sia possibile verificare!! Il fatto è che nessuna fonte antica afferma niente del genere!! Freke e Gandy citano autori del XIX e XX secoli che a loro volta non citano alcuna testimonianza storica!! Questi non sono seri studi storici bensì libri sensazionalistici la cui finalità è vendere”.
    In questo articolo ho scelto di mettermi veramente da parte perché di fronte ad affermazioni così gravi e chiaramente diffamatorie volevo che fosse una voce più autorevole a parlare. Il lavoro che vi presento ha semplicemente lo scopo di portare la verità a più persone possibili! Quando ho visto il video: Gesù e lo zodiaco (tratto da Zeitgeist) sono rimasto senza parole.. la prima cosa che ho fatto è stata quella di cercare le fonti storiche che affermavano tali teorie. Con mio stupore non ho trovato nulla.. ma i dubbi rimanevano. Non ho mai messo seriamente in discussione l’esistenza di Gesù ma mi preoccupavo e mi preoccupo al pensare alle tantissime persone che vedono questi video e che difficilmente andranno a cercare la verità.. semplicemente crederanno che Gesù è una menzogna!! Un grazie particolare a questo studioso non credente ovvero Bart D. Ehrman il quale per amore della verità ha scritto questo prezioso libro.Se avete a cuore la verità vi chiedo di diffondere questo articolo! Grazie - Daniele Picconi -
    (ringrazio Daniele Picconi che ha scritto questo ottimo articolo e per aver permesso di diffonderlo)

    RispondiElimina
  5. bellissimo articolo.lo stesso discorso vale per la sindone:sembra che parecchie persone preferiscono credere che sul sacro lino ci sia colore mentre è stra provato che c'è parecchio sangue o credere che sia un manufatto del 400 quando il carbonio 14 può "sgarrare" di mille anni anche perchè il lenzuolo ha subito l'alterazione a causa di un incendio, senza pensare alla cosa più inspiegabile delle molte altre e cioè l'elemento della tridimensionalità,grazie alla quale,due anni fa,è stato possibile ricostruire l'esatto volto che è veramente magnifico.l'autore dell'enorme studio è Ray Downing.Oppure tanti preferiscono credere che Gesù fosse sposato (e se fosse la verità non vedo perche Lui avrebbe dovuto nasconderlo)invece di pensare al fatto che ciò è scritto in un vangelo gnostico che parla solo per metafore e sotto un'influenza di tipo settario o esoterico.Quando si leggono tutti i vangeli gnostici si capisce subito che non è un linguaggio normale....in ogni caso è difficile che si inganni qualcuno che è ben informato e colui che è ben informato è colui che ha cercato la verità prima di leggere tante favole.grazie per l'articolo che sarà utile a tanti!ultima cosa:che Gesù abbia avuto dei figli non è riportato nemmeno nei vangeli gnostici ma è stato solo supposto da un tizio che ha scritto un romanzo tanti anni fa e che si è inventato anche il priorato di sion....io mi chiedo,ma come si fa a credere all'assurdo e a non credere alla più semplice verità,così facilmente!!!

    RispondiElimina
  6. Gesù non è assolutamente un mito o una leggenda ma è storicamente e realmente esistito ed egli è un abisso di Luce e di Amore nel quale è impossibile non precipitare.

    RispondiElimina