19 dicembre 2016

La vera data di Nascita di Gesù

Oggi ho letto un articolo su 'il Giornale' con la solita notizia bufala che la vera data del Natale non sarebbe il 25 dicembre e che Gesù sarebbe nato il 7 a.C...
In realtà la data tradizionale (25 dicembre 1 a.C.) è quella che si avvicina di più alla realtà storica: sarebbe infatti 'sbagliata' solo di 1 anno...
Ho deciso quindi di ripubblicare un post chiarificatore in proposito che ho scritto qualche tempo fa.

Come saprà il visitatore che ha letto gli ultimi miei post, è da un po’ che mi interesso delle date relative agli eventi cardine del cristianesimo. E questo soprattutto perché ho notato che quando si va ad indagare su di esse si scoprono delle corrispondenze numeriche che forse non sono casuali. Ho parlato  in un post della probabile data di morte di Gesù Cristo (giovedì 2 aprile del 33 d.C. in calendario giuliano), in questo post tratterò il problema della sua data di nascita.

4 dicembre 2016

Qualche riflessione sul Papa attuale e i tempi che corrono

E’ da tempo che volevo scrivere questo post per dire ciò che penso del Papa attuale, di quello che ha preso il nome di Francesco, al secolo Bergoglio e dei tempi che stiamo vivendo, ma ho sempre rimandato perché tra me e me mi sono sempre detto: e se mi sbagliassi? Infatti “chi sono io per giudicare?” 
 
La prudenza non è stata mai il mio forte e prego il Signore che mi faccia crescere in questa virtù. Ma sono anche convinto che la troppa prudenza alle volte può sfociare nella viltà.

1 novembre 2016

Gli indizi dell’esistenza di Dio – parte 2^ - alcuni eventi miracolosi


In questa seconda parte parlo di alcuni ‘eventi’ che per la Scienza non sarebbero potuti accadere. La scelta era molto ampia, ma ho preferito elencarne solo tre, quelli che conosco  un po’ meglio e che sono molto noti. Diciamo che sono veramente eclatanti e che ancora oggi fanno discutere. Questi sono il ‘il miracolo del sole a Fatima’, la ‘Sindone’  e il ‘il miracolo eucarisitco di Lanciano’.
Di questi tre, gli ultimi due sono rimasti impressi nella materia. Sono dei ‘manufatti’ che sembrano avere dentro come una 'impronta' misteriosa e  che parrebbero dirci che durante i fatti di cui sono 'il prodotto' le leggi della natura potrebbero forse essere state  ‘sospese o guidate'. Insomma potrebbero costituire degli 'indiz'i che indicano che il 'Soprannaturale' avrebbe in qualche modo fatto irruzione nell'ambito 'naturale'...


29 ottobre 2016

Gli indizi dell’esistenza di Dio – parte 1^ - I mistici


Chi ha avuto modo di dare un’occhiata ai post che ho scritto e pubblicato in questo mio Blog finora, ha senz’altro notato che la mia fede in Dio è presente in ogni mio concetto e discorso, anche quando parlo di Scienza. Questo è perché se credi in Dio veramente non puoi fare a meno di riferirti a Lui in ogni istante triste o felice della tua vita terrena. Essere convinti fermamente e al di là di ogni ragionevole dubbio che Dio c'è ti cambia l’esistenza e soprattutto gli obiettivi di essa. 
Provo pena verso quelli che non credono perché sono i veri poveri, perché non posseggono questo tesoro inestimabile che è la compagnia e l’amicizia dell’Altissimo e perché anche se spesso non lo ammettono sono permeati dall’angoscia della scomparsa e dell’annichilimento finale delle loro vite e dei loro cari. 

7 ottobre 2016

Sull’ultima settimana del Profeta Daniele

Il Profeta Daniele - Cappella Sistina
Prima di iniziare voglio dire che quello che segue è solo un tentativo di interpretare, a partire da certe ipotesi,  alcuni periodi di cui parla la Bibbia, in particolar modo quelli dell libro del profeta Daniele (3).  
Così come avviene in qualunque ragionamento, partirò da ipotesi che riterrò vere a priori e da quelle dedurrò delle conseguenze. Ovviamente se non fossero ‘vere’ queste ipotesi di partenza (e saranno almeno sei, come vedremo) allora anche le conclusioni sarebbero false.

Come avevamo visto nel precedente post sulle 70 settimane di Daniele, dopo avere scoperto il modulo di tempo di Vidal di 868 giorni (5) (6) e averlo applicato alla profezia biblica delle ultime 70 settimane di Daniele, abbiamo trovato che una settimana di Daniele, secondo questa ipotesi, corrisponderebbe all'incirca a 28 anni e mezzo e perciò le 70 settimane a circa 1996 anni in totale. Se facciamo l’ulteriore ipotesi che le 70 settimane siano iniziate alla data della morte di Gesù Cristo avvenuta, in base a quanto ho cercato di dimostrare in questo altro post,  il giovedì 2 Aprile del 33 d. C.,  ne viene che l'ultima settimana dovrebbe essere iniziata il 28/12/2000 e dovrebbe finire il 5/7/2029.

30 agosto 2016

Se è eretico non è Papa.

In questo periodo sta facendo scalpore l’iniziativa di 45 intellettuali, studiosi e teologi cattolici, che hanno inviato a Bergoglio una lettera in cui gli si chiede di chiarire se non di correggere alcuni punti secondo il loro parere poco chiari, o addirittura al limite dell’eresia, presenti nella sua esortazione post-sinodale Amoris Laetizia’.

Da ciò ne è nato un dibattito sul dilemma se un Papa possa o meno cadere in eresia e in quest’ultimo caso se è lecito deporlo. Ho letto il parere del teologo Nunzio Nitoglia e devo dire che nonostante il linguaggio un po’ tecnico da quello che ho capito egli sostiene che anche se i teologi del passato e Dottori della Chiesa hanno considerato la possibilità solo teorica, ma non attuabile, che un Papa possa cadere in eresia (cioè ammesso e non concesso) allora il presunto Papa eretico sarebbe deposto ipso facto o dovrebbe essere deposto dall’Episcopato e dai Cardinali.

11 luglio 2016

Dante precursore di Einstein

Dante precursore di Einstein? E' il quesito che mi sono posto ultimamente dopo aver letto un libro divulgativo sulla gravità quantistica...
 
Il libro è di Rovelli – La realtà non è come ci appare – ed è uscito nel 2014 (1). L'autore è un fisico teorico che da anni, insieme ad altri ricercatori, cerca di mettere assieme e far andare d'accordo la Meccanica Quantistica e la Relatività Generale. 

L'opera l'ho trovata interessante anche se in verità non mi è piaciuta del tutto, per svariate ragioni che magari spiegherò in un altro post. Ma quello che mi interessa dire ora è che in essa ho trovato alcune pagine in cui lo scienziato parlando della struttura del Cosmo teorizzata dalla Relatività Generale di Einstein accenna al fatto che forse Dante aveva già intuito questa struttura e la prova di ciò si troverebbe nella Divina Commedia. 

21 giugno 2016

Caratteristiche sorprendenti della Meccanica Quantistica

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia.” (W. Shakespeare, da “Amleto”)

Sto seguendo un corso universitario di Fisica Moderna e nell'affrontare la Meccanica Quantistica ho rivisitato alcune delle caratteristiche che sin da quando ero studente mi hanno sempre affascinato, e adesso che giovane non sono, riflettendoci su, ancora mi sorprendono, vuoi per la loro 'stranezza' vuoi perché sicuramente sottintendono qualcosa di più profondo ancora inesplorato e inspiegato inerente la realtà. 

La Meccanica Quantistica (che indicheremo brevemente con MQ) fu scoperta nei primi anni trenta del '900 e ha rappresentato una vera rivoluzione paradigmatica nell’ambito della Fisica, talmente lontana dal senso comune classico della rappresentazione della natura che la discussione su come interpretarla non ha avuto ancora termine. Vediamo alcune di queste sue 'strane' caratteristiche...

19 maggio 2016

Pannella e i miei errori di gioventù...


Quando ero giovane ho militato per alcuni anni nell'Associazione Radicale, piccola cellula del 'Partito Radicale'. In quel periodo avevo perso la Fede della mia infanzia e, un po' perché mi sentivo oppresso e un po' perché avevo pochi amici, avevo deciso di uscire dal mio guscio e fare qualcosa per cambiare la società. Credo che tutti i giovani abbiano un forte desiderio di modificare le cose attorno a se, perché è tipico della loro età essere scontenti. Cercano di agire, quando ne intravedono la possibilità, ma spesso per mancanza di esperienza e difetto di riflessione, scelgono di farlo nella maniera sbagliata.

4 maggio 2016

Crociere per anziani

Ultimamente mi è toccato leggere una notizia che mi ha confermato il fatto che spesso l'economia e il denaro sono considerati più importanti della vita umana. E' verità terribile ma ovvia, e lo sta a dimostrare la storia dell'umanità zeppa di guerre fatte per interesse meramente economico. Ma almeno le guerre sono stati fatti tragici limitati nel tempo, una specie di impazzimento collettivo a cui sono succeduti periodi di relativa pace e tranquillità, eventi comunque sempre stigmatizzati e considerati negativi proprio perché hanno causato la morte di tantissimi innocenti.

18 aprile 2016

Danze infernali

Particolare di scena infernale - Duomo di Orvieto

Un tempo per ballare bisognava conoscere i passi. I balli classici erano infatti ben codificati. Con la nascita del Rock and Roll, sono venuti fuori dei balli ancora regolati ma più semplici, però con movimenti più spinti, in essi infatti i moti del corpo e del bacino assumevano un ruolo importante.  
 
Negli anni settanta e ottanta spuntarono i balli in cui una musica un po' più ritmata,  melodiosa e orecchiabile, permetteva dei movimenti liberi, infatti ognuno si esprimeva spesso in solitaria con gesti del corpo secondo la sua ispirazione.  Li ho eseguiti anch'io, erano quelli della Febbre del Sabato sera e della Disco-music, per intenderci. Dopo quel periodo non sono mai più andato a ballare. 

22 marzo 2016

La vita nell'Universo.

Oggi ho assistito ad una conferenza sulla ricerca della vita nell'Universo.
Partendo dal progetto ambizioso e forse un po' ingenuo chiamato SETI, con l'esplorazione di diverse zone della nostra Galassia tramite radiotelescopi per cercare eventuali segnali radio segno della presenza di intelligenza extraterrestre, considerato che dopo quasi 50 anni il risultato è stato 'niente di niente', per dirlo con le stesse parole usate dal conferenziere, si è passati alla ricerca di forme di vita elementare in pianeti o satelliti che orbitando attorno alle loro stelle nelle zone 'che potrebbero permettere la vita' sono candidati allo scopo. 
 
Ad oggi sono stati scoperti almeno 200 pianeti che simili alla Terra per condizioni fisiche, presenza di acqua liquida, atmosfera e temperatura non estrema, potrebbero ospitare la vita. Si pensa che nella nostra Galassia ce ne siano intorno ai 4 miliardi. E si è stimato che nel nostro Universo dovrebbero esserci intorno a 5 mila miliardi e forse più di pianeti abitabili...

21 marzo 2016

Gesù Cristo è morto di Giovedì?

In un precedente post dal titolo "Le 70 settimane di Daniele e gli Ultimi Tempi " ho accennato al fatto che secondo qualche studioso Gesù potrebbe anche essere morto il Giovedì della settimana della Passione e non il Venerdì come quasi unanimemente si crede e accetta. Tanto è bastato per scatenare i commenti anche sarcastici di alcuni lettori a cui ogni possibile variazione su quanto si dà per scontato sembra bestemmia o eresia.
Facendo delle riflessioni o speculazioni in ambito religioso si rischia sempre di andare contro qualche dogma o insegnamento fissato dalla dottrina:  se dovesse succedere ciò sono pronto a correggere il tiro, ma non certo per paura di roghi virtuali che novelli Torquemada (protetti dall'anonimato) accendono nella rete, ma perché sono conscio del fatto che esistono verità accertate e accettate, magari dopo secoli di discussioni teologiche ad altissimo livello, che sarebbe da incauti e presuntuosi mettere in dubbio. Premesso ciò però...

4 marzo 2016

Del complesso di inferiorità di alcuni credenti di fronte alla Scienza

Ultimamente mi è capitato di leggere degli articoli il cui titolo era del tipo “Einstein, grande scienziato, era credente”, “Quasi tutti i più grandi scienziati del passato credevano in Dio” e così via. 

Devo confessare che quando avevo una fede insicura ero in qualche modo confortato da queste affermazioni, ora invece, da quando la mia Fede si è trasformata in convinzione, queste mi sembrano asserzioni  che manifestano in qualche modo un senso di timore e inferiorità del credente verso lo scienziato, una specie di conferma del fatto di ritenere, da parte di chi proclama ciò, che la Scienza sia  superiore alla Religione, cioè che la ragione sia prevalente rispetto alla fede.

7 febbraio 2016

La teoria dei sei gradi di separazione e la vera connessione con gli altri

Quando anni fa, ancor prima che fosse inventato internet, venni a conoscenza della teoria dei sei gradi di separazione rimasi veramente sorpreso nel constatare quanto sia piccolo il mondo in cui cui troviamo e di come ogni essere umano sia in qualche modo connesso ad ogni altra persona che vive sul Pianeta.



2 gennaio 2016

Profezie, veggenti e novelli Inquisitori


Ogni volta che pubblico un post in cui riporto messaggi di presunti veggenti, nonostante di solito avvisi di non sapere se questi siano da ritenere autentici o meno, in quanto questo non spetta a me deciderlo, ricevo commenti di lettori che mi rimproverano, avvertendomi che quelli da me considerati sono falsi profeti e che invece i veri sono quelli di cui loro immancabilmente allegano il link.

Hanno i loro esaltati fans ed altrettanto numerosi acerrimi oppositori praticamente tutti i mistici e  veggenti esistenti. Il problema è che se si dovessero considerare vere le diverse opinioni, si dovrebbero ritenere tutti i veggenti come veri e falsi nello stesso tempo, in barba al Principio di non contraddizione.