2 ottobre 2019

Una riflessione sui tempi che corrono

In questo periodo sui tanti fatti che accadono e su cui bisognerebbe pur dire qualcosa, pubblico ogni tanto qualche link o breve commento su Facebook, ma dai like che ricevo capisco che pochi tra i miei contatti sono d’accordo o sono interessati a quello che dico o penso. Eppure cose importanti ne succedono.

Ho come l’impressione infatti che da un po' di tempo la dissoluzione nel nostro mondo abbia subito un’intensa accelerazione, come se le forze anticristiche si siano convinte, consciamente o meno, che sia arrivato il tempo di far volgere tutto verso la rovina finale, per così permettere all’Uomo fatale, al Figlio della perdizione, quello annunciato nell’Antico e Nuovo Testamento, di manifestarsi apertamente, accogliendolo per giunta come Salvatore del mondo.

Anni fa, quando leggevo di certe profezie che parlavano della comparsa dell’Anticristo nel nostro futuro prossimo ero un po’ scettico e ritenevo che in realtà egli non potesse manifestarsi così presto in quanto l’avverarsi delle condizioni premonitrici previste, innovazioni politiche, religiose, sociali e tecnologiche radicali, avrebbero richiesto molto tempo per essere realizzate, e quindi il tutto non mi sembrava così vicino. Ma da un po' mi sto ricredendo, perché questi presupposti sembra si stiano formando a velocità  sempre più grande. Forse anche perché motus in fine velocior (il moto è più veloce verso la fine) come affermavano i filosofi antichi!

Infatti in questi anni stiamo assistendo quasi increduli e impotenti alla  rapida trasformazione, e in peggio, della nostra società -  sempre meno rispettosa verso la vita umana, con la legalizzazione di aborto ed eutanasia - e che nel contempo invece difende gli animali e l'ambiente, con una impostazione dominante di pensiero sempre più ecologistico, che instilla nelle menti il convincimento che alla fin fine l’essere umano è dannoso perché sfrutta troppo la Terra e la inquina. E’ facile prevedere che questa opinione, che si sta radicando e radicalizzando sempre più soprattutto tra i giovani, prima o poi porterà alla limitazione forzata delle nascite (come già succede in Cina) e forse anche all’eliminazione di anziani e di malati costosi da curare, come d’altronde  auspicato neanche tanto sottotraccia da qualche economista.

E’ come se una società con una struttura del tipo ‘Grande Fratello’ di Orwell  si venisse a concretizzare sempre più, con la schedatura e il controllo sempre più minuzioso dei cittadini - e la proibizione dell’uso del contante è uno degli ultimi tasselli - con il fine di poterli così limitare nella loro libertà, facendoli diventare dei lavoratori-consumatori quasi lobotomizzati, in ciò usando anche i mass-media che bombardano la popolazione con messaggi infarciti di ‘politicamente corretto’, ormai unica corrente di pensiero dogmaticamente ritenuta naturale e accettabile.

Ma per ottenere ciò si doveva anche arrivare a qualcosa che appena solo pochi anni fa sembrava impossibile: che la Chiesa ‘cattolica’ venisse snaturata profondamente, col completo tradimento del vero messaggio salvifico cristiano, in ciò aiutata perfino dalle alte gerarchie, Papa incluso, (per certo solo provvisoriamente in quanto il suo Fondatore ebbe a dire che "le porte degli inferi non prevarranno su di essa") e venisse trasformata in una specie di ONG e forzatamente incanalata in un fiume in cui si mescolano tutte le religioni, ormai ritenute di egual valore, e il cui collante sarà una falsa pace e una ipocrita concordia basata su imperativi del tipo ‘salviamo la Terra’. E’ inutile dire che questa situazione è stata profetizzata e ritenuta come condizione essenziale per il manifestarsi del (momentaneo) trionfo del Nemico.

E ancora, gli economisti temono l’avvento nel prossimo nostro futuro di una  grossa crisi economico-finanziaria globale che provocherà il crollo del sistema basato sulla creazione del denaro dal nulla e sulla speculazione. Ciò porterà, guarda caso, alla creazione di una moneta unica mondiale ‘elettronica’ per poter ‘controllare’ ogni singola transazione economica, con la scusa di prevenire future crisi e porre fine alle ‘speculazioni’ e al malaffare. 
Questo crollo dovrebbe portare alla nascita un governo unico mondiale, favorito anche dalla  crisi delle nazioni provocata anche dall'incremento del ‘meticciato’, con paesi che perderanno sempre più il loro collante sociale basato su cultura, religione e tradizioni, e in cui  gli autoctoni, come gli indiani ormai nelle riserve, diventeranno una minoranza, perché ogni luogo del pianeta sarà stato livellato, a causa del coacervo di razze e culture che si stanno importando e innestando in ogni luogo del pianeta (piano Kalergi). E anche per ottenere ciò si combattono i cosiddetti ‘nazionalismi’, presentandoli come negativi e pericolosi, mentre in realtà forse altro non sono che reazioni dei popoli in difesa delle radici storiche, culturali e sociali. Ne abbiamo un esempio in Italia, con il tentativo abbastanza manifesto, tuttora in atto e che si vuol incrementare, di importare liberamente migranti dall’Africa o da altri paesi e farli diventare ipso facto cittadini italiani con il trucco dello ius culturae o dello ius soli.

Ma chi sono quest signori, che brigano e impongono come necessari, e con rapidità inpensabile fino a pochi anni fa, tutti questi cambiamenti, e che in definitiva vogliono ottenere la realizzazione di questo governo unico mondiale? A mio avviso sono quelli che operano soprattutto sottotraccia e controllano i posti di comando economico, finanziario, politico e dei mass media dei diversi paesi, quelli che possiedono il vero potere, e vogliono mantenerlo e incrementarlo in maniera esponenziale, anche per arricchirsi sempre più - il denaro è il vero motore del mondo - e forse perchè si credono di appartenere ad una specie di razza superiore, di illuminati destinati a governare e a comandare gli altri esseri umani e a risolvere i grandi problemi che in realtà loro stessi hanno provocato. Ma essi con ciò sono diventati (alcuni  senza neanche rendersene conto?) i veri servitori e fan dell’Anticristo, che per questo forse a breve potrà così apparire, in quanto l'opera di abbattimento delle barriere che ne impedivano la comparsa sembra essere a buon punto e la costruzione delle condizioni sociali, culturali, economiche e religiose adatte perché si possa manifestare pare ormai quasi completata.

E cosa possiamo fare noi che siamo diventati consapevoli di cio? A mio modesto parere praticamente nulla, o comunque molto poco, secondo me infatti tutto è scritto e deve accadere, forze preternaturali e soprannaturali ormai si sono messi in moto per la battaglia finale sopra le nostre teste, noi possiamo al più pregare perchè vengano affrettate le cose, per chiedere che i tempi in arrivo durino poco. Possiamo anche cercare di informare il prossimo perchè non si faccia trascinare da queste forze dissolutrici, per quello che sarà possibile e fino a quando ci sarà permesso di farlo, anche se la vedo dura e non mi illudo: credo infatti che purtroppo verremo considerati dalla maggioranza  delle persone, indottrinate e imboccate dalla propaganda del politicamente corretto,  come degli illusi nostalgici del passato da commiserare nel migliore dei casi o come bugiardi esaltati reazionari, possibilmente da isolare e zittire, nel peggiore.


2 commenti:

  1. non penso che Gesù riceverebbe molti like. forse qualcosina in più sulla prima parte delle Beatitudini. da qualche tempo ho notato anch'io una sorta di filtro sulla frequenza delle parole. o si parla per meme o si parla da soli (che poi è la stessa cosa). la Verità è ormai solo un bisbiglio che pochi hanno il coraggio di testimoniare. il sinodo degli abbracciamo gli alberi e delle donne panciute sarà sicuramente l'ultimo tentativo di profanare la Chiesa che Dio permetterà a questa umanità che si dirige sicura verso la rovina finale. i calcinacci del 4 ottobre sono invece i bisbigli di Dio che ha tentato in ogni modo di avvisarci.

    Garabandal avvisava: un Sinodo prima della tribolazione, gli eventi futuri:
    https://oracolocooperatoresveritatis.wordpress.com/2019/09/22/garabandal-avvisava-un-sinodo-prima-della-tribolazione-gli-eventi-futuri/

    RispondiElimina
  2. questo post può sembrare off-topic ma forse potrebbe anche servire a dimostrare come sia illusoria la libertà in internet. nel 1998 Padre Malachi Martin rivelò il terzo segreto . in questo video c'è la frase censurata. tale frase è scomparsa magicamente da internet.(pure l'mp3 caricato su google drive è stato "purificato" https://youtu.be/DBBn28-3scU

    RispondiElimina