21 aprile 2010

Quali sono gli indizi dell’esistenza di Dio?



A più di un anno dalla nascita del mio Blog provo a fare un elenco di alcuni dei post che ho scritto in cui sembrano essere più convincenti  ‘le prove’ della realtà divina. Mi piacerebbe che quelli che non credono in Dio, i cosiddetti atei, per un momento mettessero da parte la loro diffidenza per tutto ciò che è religione,  leggessero qualcuno di questi post e poi scrivessero il loro parere…
Eccone una lista...


Ritengo molto interessanti a tal proposito  i post in cui parlo di alcuni dei fenomeni ‘eccezionali’ che riguardano il fenomeno religioso e che la scienza ha difficoltà a spiegare. Essi sono:

il miracolo Eucaristico di Lanciano
La Sindone di Torino
Il Telo della Vergine di Guadalupe
Le Ostie incorrotte di Siena
Il Sudario di Oviedo
Il miracolo del sole a Fatima
Il miracolo di Calanda, ovvero la gamba riattaccata

Inoltre anche l’esistenza dei mistici con i fenomeni ad essi correlati è un forte indizio dell’esistenza del soprannaturale come si evince da questi post:

Il digiuno mistico (Teresa Newmann)
La Bilocazione (Maria D’Agreda)
La Profezia (Vassula Ryden)

Oltre a ciò, anche i fenomeni di ‘premorte’ di cui si sente parlare sempre più spesso, cioè le visioni ed esperienze vissute dalle persone rianimate dopo essere state per un certo tempo ‘morte’, costituiscono un buon argomento favorevole, di questi parlo in diversi post:

La vita oltre la morte (parte 1^)
La vita oltre la morte (parte 2^)
La vita oltre la morte (parte 3^)
La vita oltre la morte (parte 4^)
La vita oltre la morte (parte 5^)
La vita oltre la morte (parte 6^)

Inoltre anche la natura, ‘segnata’ dall’impronta del mistero, può essere vista, a mio avviso, come contenente un ‘quid’ che ci riporta al suo  Creatore. Di questo parlo nei seguenti post:

L’ipotesi evoluzionistica fa acqua… (parte 1^)
L’ipotesi evoluzionistica fa acqua… (parte 2^)
L’ipotesi evoluzionistica fa acqua… (parte 3^)
La genesi svelata?
Tutto è relativo?
La Meccanica quantistica (parte 1^)
La Meccanica quantistica (parte 2^)
Quanto è grande l'Universo
Genoma spazzatura? Ma per favore…

Scusate se tutto questo è poco per convincervi… ma cercherò di aumentare la dose in futuro, abbiate fiducia!

4 commenti:

  1. E' un post molto interessante, che mi ha dato la possibiltà di vedere anche delle "puntate precedenti" che sono anch'esse molto interessanti. Comunque rimangono molte domande, che vorrei porle per darle occasione di rempire ancora questo post:
    1 la nascita degli atomi dopo il Big Bang è avvenuta dopo circa 100 000 di anni. Per la relatività di Eistein tutto questo tempo corrisponde ad un istante?
    2 Gli altri corpi del sistema solare influenzano la Terra?
    3 Come si giustifica una teologia fondata sulla centralità dell'uomo quando l'uomo è nato milioni di anni dopo la Terra?
    4 Perché Dio non si è rivelato agli albori dell'umanità? ( ho una mia idea riguardo questo sarebbe bello discuterne)
    5 Come mai Dio ha scelto di rivelarsi al popolo giudaico e non a tutti?
    6 L'interpretazione antica della figura del Messia vedeva quest'ultimo come un dominatore che avrebbe reso Israele una potenza. Come si concilia con l'interpretazione cristiana?
    7 La parola di Gesù era diretta a tutti noi o solo al popolo ebraico?
    Spero che i quesiti siano un buono spunto per arricchire questa voce.

    RispondiElimina
  2. Non capisco il rapporto di alcune domande con il tema del post…ma comunque cercherò di rispondere a tutte (anche se in maniera sintetica, magari alcuni temi potranno essere approfonditi in seguito):

    1) Per la R.R. di Einstein effettivamente l'intervallo di tempo di un evento dipende dal sistema di riferimento in cui si trova l’osservatore, ce ne sarà pure uno in cui 100 mila anni sono come un istante, e allora?

    2) Gli altri corpi celesti influenzano certamente la Terra, se non altro c’è la forza di gravità che agisce, ma cosa c’entra questa domanda con il discorso teologico mi sfugge…

    3) Evidentemente perché l’uomo è un essere pensante e dotato di anima, mentre le cose e gli animali non lo sono…

    4) E invece Dio a quanto pare si è rivelato agli albori dell’umanità, se no che senso avrebbe il racconto biblico della Genesi?

    5) Nella sua infinità sapienza avrà ritenuto utile fare così…

    6) appunto quella è l’interpretazione ‘antica’ del Messia, quella in cui tuttora credono gli ebrei, l’interpretazione ‘moderna’ è quella data da Gesù Cristo stesso nei Vangeli (‘Il mio Regno non è di questo mondo’) e dal Nuovo Testamento e dai Padri della Chiesa

    7) Ma è ovvio che la Parola di Gesù è rivolta a ogni essere umano, tantissimi sono infatti i passi del Vangelo in cui lo si dice. Lo stesso San Paolo viene detto ‘Apostolo delle Genti’ perché ha avuto il compito di portare la Buona Novella ai Gentili.

    RispondiElimina
  3. Le risposte mi sebrano molto esaurienti. Ammetto di aver messo alcune domande fuori tema. Comunque facendole queste domande non avevo intenzione di polemizzare ma semplicemente di saziare la mia curiosità. Dato che non era molto chiaro all'inizio, forse ho dato troppe cose per scontato, spiegherò il senso delle domande e la loro connessione con l'argomento teologico:
    1) molti giustificano l'esistenza dell'Universo come lo conosciamo dicendo: tanto dal Big Bang a oggi sono passati miliardi di anni, ma a quanto pare miliardi di anni possono essere considerati un istante.( Quindi la tesi cristiana della creazione istantanea regge.)
    2)alcuni ritengono che il sistema solare sia una disposizione casuale, in cui la Terra è al posto giusto mentre gli altri pianeti per caso si sono trovati a girare altrove, ma se tutti i corpi celesti del sistema solare influenzano la Terra allora la disposizione dell'intero sitema solare è al posto giusto e quindi non esistono astri "inutili" alla vita.
    3)A volte pensare al numero di animali presenti sulla Terra fa pensare che l'uomo non sia il centro dell'attenzione del creatore.In oltre per milioni di anni la Terra è stata popolata dai dinosauri e altre bestie del genere, questo spesso fa dubitare dell'esitenza del Dio crisitano...
    4)Il problema sul racconto di Genesi è piuttosto controverso. Ma forse sono andato fuori tema ...
    5)Ancora più fuori tema ... mi scusi non sono riuscito a trattenerla!
    6)L'interpretazione del Messia è fondamentale per comprendere l'esistenza del Dio cristiano. Se il Messia non fosse ciò che noi crediamo, anche Dio non sarebbe come lo immaginiamo.
    7)Domanda connessa alla precedente, suscitata dalla voce evidentemente fuorviante di wikipedia che definisce nella voce storia del cristianesimo la predicazione di Gesù << ad uso e consumo degli ebrei.>>
    Spero che in questo modo sia più chiaro il perché delle domande e anche in che modo intendessi inserirle nella discussione (anche se la domanda 4 e soprattutto la 5 sono frutto della mia irruenza )

    RispondiElimina
  4. 1 bis) effettivamente se per assurdo un osservatore potesse muoversi alla velocità della luce (ma un osservatore dotato di massa non può farlo...)allora un tempo infinito per lui durerebbe un istante...

    2 bis)Tutto nella terra, nel sistema solare e nell'Universo sembra sistemato perchè possa essere possibile la vita: questo si chiama 'Principio Antropico' ed è molto noto agli astrofisici

    3 bis)perchè non pensare che l'infinita fantasia divina abbia potuto creare una moltitudine di esseri differenti tra loro che magari nell'economia della vita hanno avuto e hanno il loro ruolo?

    4 bis) il 'problema Genesi' l'ho anche sviluppato in un post molto interessante dal titolo 'La Genesi svelata' che ti consiglio di leggere ecco il Link:
    http://mi-chael.blogspot.com/2010/02/la-genesi-svelata.html

    7 bis)attento a Wikipedia, viene scritto da chiunque, anche incompetenti e persone faziose e soprattutto da lobby che vogliono far passare un certo tipo di messaggio. Ad esempio le voci in italiano che parlano del Cristianesimo e della Chiesa vengono continuamente riscritte in peggio dalla cupola 'progressista'

    RispondiElimina